Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Made in Italy: Federalimentare, a fiera Anuga rimane neo contraffazione

colonna Sinistra
Mercoledì 9 ottobre 2013 - 15:52

Made in Italy: Federalimentare, a fiera Anuga rimane neo contraffazione

(ASCA) – Roma, 9 ott – Trionfa ancora una volta il food andbeverage Made in Italy alla 32* Edizione ANUGA di Coloniadove si e’ registrata una elevatissima presenza di aziendeitaliane con oltre 5000 marchi e circa 20.000 referenzenostrane. In questo, che e’ ormai il principale appuntamentointernazionale dell’alimentare, l’Italia conferma il suoruolo di leader mondiale dei prodotti alimentari dieccellenza la cui domanda continua a crescere su tutti iprincipali mercati.

”Su questo scenario di grande interesse per l’exportagroalimentare italiano gravano pero’ le costanti minacce dicontraffazione e italian sounding che affliggono i nostriprodotti, innescando un giro di affari pari a 60 miliardi dieuro – fa notare Luigi Scordamaglia, Consigliere Incaricatodi Federalimentare per l’Internazionalizzazione -. Nellastessa fiera ANUGA abbiamo potuto constatare infatti lapresenza di stand e prodotti che utilizzano la bandieraitaliana ma non hanno nulla a che fare con noi e la cosa piu’inaccettabile e’ che spesso si tratta di operatoriappartenenti a paesi dell’Unione europea le cui regolesull’informazione ingannevole al consumatore dovrebberoessere uguali per tutti offrendo uno stesso livello di tutelasul territorio comunitario”. ”La lotta alla contraffazione e all’italian sounding -continua Scordamaglia – e’ sempre piu’ una priorita’ perl’Industria Alimentare- A riguardo ci siamo attivatichiedendo a Mipaaf e ICE di patrocinare un paio di causecampione nei Paesi UE, a cominciare dalla Germania, controchi utilizza illegittimamente marchi che richiamino l’origineitaliana configurando pubblicita’ ingannevole alconsumatore”. red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su