Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Contraffazione: Squinzi, porti europei piu’ ‘consenzienti’ di italiani

colonna Sinistra
Lunedì 7 ottobre 2013 - 13:21

Contraffazione: Squinzi, porti europei piu’ ‘consenzienti’ di italiani

(ASCA) – Milano, 7 ott – Ci sono porti europei ”piu’consenzienti” ad accogliere merci contraffatte rispetto aquelli italiani. La denuncia e’ del presidente diConfindustria, Giorgio Squinzi, che durante il suo interventoall’assemblea annuale di Indicam (Istituto per la lotta allacontraffazione) ha fatto il punto del fenomeno. Che a suogiudizio ”e’ cosi’ rilevante che dovrebbe tornare al centrodell’attenzone della governance di un’economia sempre piu’globalizzata”. Squinzi ha lamentato in particolare le”insostenibili divergenze” che sussistono ancora oggi trale legislazioni dei diversi paesi europei sulle tariffazioniportuali. E tutto questo, ha sottolineato il presidente diConfindustria, ”determina uno sviamento dei traffici ascapito del nostro paese e a vantaggio di altri Porti europeiche sembrano, tra l’altro, piu’ consenzenti verso l’ingressodi merci contraffatte”.

Da Squinzi un’assicurazione sull’impegno che Confindustriamettera’ in campo per contrastare la contraffazione. ”Icontrolli – ha detto Squinzi a questro proposito – devonoessere uniformi in ciascuno dei 28 Stati membri”. Dello stesso avviso il presidente di Indicam, CarloGuglielmi, convinto che l’impatto della contraffazione sulpil europeo sia di 8-9 punti percentuali. In questo scenario,ha puntualizzato ancora Guglielmi, ”l’Italia e’ al quintoposto al mondo per la produzione di prodotti contraffatti eal primo posto in Europa per acquisto di prodotticontraffatti”.

fcz/cam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su