Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Media: Telecom e spagnoli, l’Italia che perde pezzi

colonna Sinistra
Sabato 5 ottobre 2013 - 11:10

Media: Telecom e spagnoli, l’Italia che perde pezzi

(ASCA) – Roma, 5 ott – L’Italia che perde pezzi, Telecom allaSpagna: il parere ad Angelo Raffaele Meo esperto di questodelicato settore economico. E’ quanto pubblica la news letterMedia Duemila in corso di distribuzione.

”Sono da sempre contrario alla liberazione nel settoredelle reti di comunicazioni, come nelle reti di ogni altrosettore determinante per l’economia di un Paese. La ragionesta nel fatto che nei settori industriali piu’ importantivigono le economie di scala, di cui se ne parla spesso, ma sene capisce poco. Spiego perche’: se A possiede da solo untelefono non succede nulla. Se i possessori sono 2 (A e B) e’prevedibile almeno una telefonata al giorno. Se diventano 3(A, B, C) le telefonate al giorno saranno tre. Facendo iconti si scopre che il numero delle telefonate fatte, cioe’il fatturato di una azienda di telecomunicazioni cresce comeil quadrato del numero degli utenti. Se una societa’ ha iclienti pari al 40% del mercato, ed un’altra arriva solo al20% dello stesso mercato, il fatturato della prima e’ pari a4 volte quello della seconda. Questo significa che la primapuo’ fare investimenti che all’altra sono preclusi. Nelmercato di telecomunicazioni cosi’ come in altri compartiindustriali c’e’ spazio per un solo operatore e unosoltanto”.

Solo un operatore, nessuna concorrenza? ”Se l’operatore e’unico chiaramente penso allo Stato, perche’ per definizionee’ piu’ attento agli interessi collettivi”.

Possiamo immaginare di cancellare una privatizzazione etornare indietro? ”No certo, ma una cosa puo’ ancora esserefatta. Lo scorporo delle infrastrutture trasmissive daaffidare a mani pubbliche e solo pubbliche. Lasciando aiprivati il comparto della fornitura del servizio,realizzabili su queste infrastrutture”. I dati comecriticita’…

”Sicuramente si, non si puo’ affidare a entita’ diversedallo Stato la gestione di dati sensibili dal punto di vistadella sicurezza. Tuttavia non e’ questa la questionecentrale, perche’ se si studiasse un po’ di piu’, lasicurezza si puo’ attuare anche su una rete posseduta daaltri. La questione centrale e’ economica. Si perdeindipendenza strategica dal punto di vista economico”.

http://www.mediaduemila.it/?p=14579.

m2/ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su