Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eurozona: S&P, crisi non finita. Rischi al ribasso su rating sovrani

colonna Sinistra
Mercoledì 2 ottobre 2013 - 13:14

Eurozona: S&P, crisi non finita. Rischi al ribasso su rating sovrani

(ASCA) – Roma, 2 ott – ”La crisi dell’Eurozona non e’ ancorafinita” e’ il titolo di uno studio dell’agenzia di ratingStandard & Poor’s dedicato alle criticita’ dell’area euro.

‘Nonostante i progressi economici, prevalgono rischi alribasso per i paesi dell’Eurozona e sul rating del lorodebito sovrano” e’ scritto nel rapporto.

Progressi sono stati registrati dal lato delle politichedi bilancio pubblico, delle partite correnti e della crescitaeconomica. Il Pil dell’Eurozona nel secondo trimestre e’salito dello 0,3% su base congiunturale, ”la miglioreperformance dal terzo trimestre del 2010”.

Ma l’aumento dei debiti pubblici, di quello estero, inparticolare per i paesi periferici dell’Eurozona, Italiacompresa, e il livello del Pil ”introducono elementi dipreoccupazione e pongono domande sulla sostenibilita’politica e sociale dell’Unione economica e monetaria.

Per Standard & Poor’s il programma Omt, l’acquisto dititoli di stato da parte della Bce per i paesi che sisottopongono a un programma di ristrutturazione economica,”ha calmato le paure degli investitori ed aiutato irendimenti sui titoli pubblici a ritornare sui livellipre-crisi”. Gli indicatori economici sembrano preludere a un punto disvolta nella crisi del debito. Ci sono pero’, a detta di S&P,dei rischi. Le condizioni favorevoli dei mercati potrebberoindurre i governi a fare dei passi indietro nel risanamentodei conti pubblici e nelle riforme strutturali per favorirela crescita economica. ”Se tali rischi si dovesseromaterializzarsi, l’affidabilita’ creditizia dei paesipotrebbe andare sotto pressione”.

men/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su