Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Fmi, stabile quota bond di banche italiane in mano estera

colonna Sinistra
Mercoledì 2 ottobre 2013 - 15:29

Crisi: Fmi, stabile quota bond di banche italiane in mano estera

(ASCA) – Roma, 2 ott – La frammentazione del mercatofinanziario dell’Eurozona determinata dalla crisi del debitosovrano ha prodotto importanti effetti sulla raccoltabancaria obbligazionaria delle banche dell’Eurozona.

E’ quanto emerge dal rapporto analitico sulla stabilita’finanziaria pubblicato dal Fondo Monetario Internazionale.

Nel 2004, circa il 40% delle obbligazioni emesse dallebanche francesi, tedesche e spagnole era in mano estera, soloil 10% nel caso delle banche italiane.

In Italia questa percentuale era salita fino al 20% nelprimo trimestre del 2007 poi, con la crisi economica efinanziaria, un lento declino per tornare, nel terzotrimestre del 2012, a ridosso del 10%, sui livelli del 2004.

La quota di bond delle banche francesi in mano adinvestitori esteri e’ rimasta sostanzialmente invariata al40%. La forte avversione al rischio che ha messo la Germanianella invidiabile posizione di paese-rifugio ha favorito lebanche tedesche. Nel terzo trimestre del 2012, la quota dibond delle banche tedesche in mano estera e’ salita sopra il50%.

Un vero collasso per la Spagna. Qui la quota di bondbancari detenuti dagli investitori esteri e’ scesa al 10%.

men/sam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su