Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Auto: Csp, settembre ancora in rosso e prospettive problematiche

colonna Sinistra
Martedì 1 ottobre 2013 - 18:09

Auto: Csp, settembre ancora in rosso e prospettive problematiche

(ASCA) – Roma, 1 ott – In settembre le immatricolazioni diautovetture sono calate del 2,9% sullo stesso mese del 2012.

”Il risultato sarebbe stato piu’ negativo se non si fosseverificato negli ultimi giorni del mese scorso una piccolacorsa alle immatricolazioni determinata dall’intenzione dievitare l’aumento di un punto dell’Iva a partire da oggi”.

Lo sottolinea, in una nota, il Centro Studi Promotor,spiegando che ”il calo di settembre delude l’attesa di unprimo segnale di recupero dopo la lunga e nerissima stagioneche ha seguito la fine degli ultimi incentivi nel marzo 2010.

L’ipotesi di un’inversione di tendenza per il mercatodell’auto e’ legata essenzialmente alle previsioni di ripresadell’economia di cui ha parlato insistentemente il MinistroSaccomanni, previsioni basate essenzialmente sulmiglioramento del clima di fiducia dei consumatori e delleimprese e sulla crescita modesta, ma significativa,dell’indice della produzione industriale in maggio e giugno(indice che pero’ ha fatto registrare un calo in luglio)”.

Per il Csp ”il dato di settembre per le immatricolazionie’ un brusco richiamo alla realta’. Infatti la proiezione deirisultati acquisiti dall’inizio dell’anno a fine agostoportava a un volume di immatricolazioni di 1.314.000 perl’intero 2013, considerando invece anche il dato disettembre, la proiezione scende, sia pure leggermente, e siporta a quota 1.310.000, un livello molto depresso e in calodel 47,5% rispetto ai dati ante-crisi (2007). L’attesa delprimo segno positivo dopo la lunghissima quaresima si spostacomunque su ottobre ed e’ basata, oltre che sui dati cheabbiamo citato sulla congiuntura economica generale, anche suqualche segnale positivo che proviene dal settore auto.

Infatti secondo l’inchiesta sulla fiducia dei consumatoricondotta dall’Istat la propensione all’acquisto diautovetture ha fatto registrare un sensibile miglioramentotra il secondo e il terzo trimestre del 2013 e la tendenza aduna crescita delle intenzioni di acquisto emerge anche dallerilevazioni dell’Osservatorio Findomestic”. Pur in un quadro ancora fortemente negativo, un certomiglioramento si registra poi anche nelle valutazioni deiconcessionari interpellati nell’inchiesta congiunturalemensile dal Centro Studi Promotor. In particolare, secondoquesta fonte, in settembre migliorano i giudizi deiconcessionari sull’affluenza di potenziali acquirenti nelleshow room e sulla raccolta di ordini.

Questi elementi per il Csp ”inducono a ritenere che lasvolta per il mercato dell’auto possa verificarsi, come si e’accennato, in ottobre. Su questa previsione incombono pero’l’impatto dell’aumento dell’Iva, in vigore da oggi, esoprattutto le conseguenze, al momento difficilmenteprevedibili, delle recentissime vicende politiche. Il mercatodell’auto per ripartire ha bisogno certamente che ripartal’economia, ma ha anche bisogno di un Governo che dimostrifinalmente la disponibilita’ ad affrontare i nodi specificiche hanno fin qui frenato la domanda: un eccesso ditassazione, prezzi dei carburanti e premi di assicurazione altop in Europa, difficolta’ del credito e un atteggiamento deipubblici poteri pervicacemente punitivo nei confrontidell’automobile e degli automobilisti”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su