Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Ecofin spinge per sostegno a credito Pmi

colonna Sinistra
Venerdì 13 settembre 2013 - 21:00

Crisi: Ecofin spinge per sostegno a credito Pmi

(ASCA) – Bruxelles, 13 set – Ci sono le condizioni pertornare a garantire accesso al credito alle piccole e medieimprese, e dunque il momento va colto senza indugio. Questoil messaggio che arriva da Vilnius dopo il primo giorno dilavori dell’Ecofin. I ministri dell’Economia e delle finanzedei paesi dell’Ue hanno parlato di questo e di unionebancaria, ma e’ sul credito alle Pmi che Olli Rehn,commissario europeo per gli Affari economici e monetari, sie’ soffermato nella conferenza stampa conclusiva. ”Ci sonopiccoli segnali di stabilizzazione dei mercati finanziari eil graduale miglioramento dell’economia europea si statramutando in un miglioramento delle condizioni diprestito”, ha detto Rehn. Bisogna fare in modo che le pmiricevano denaro perche’, ha messo in guardia, ”senza uncredito sostenibile non ci saranno gli investimenti cheservono a sostenere la crescita e la creazione di posti dilavoro”.

Le ipotesi analizzate per stimolare i prestiti alle pmisono il ricorso a strumenti di condivisione del rischio sucui stanno lavorando Commissione europea e Banca europea pergli investimenti (Bei): ‘L’Iniziativa per le Pmi’ (questo ilnome del progetto) intende creare un canale di creditoeuropeo superando la frammentazione esistente, con la Bei cheagirebbe da garante. Del tema si continuera’ a discutere inoccasione dell’Ecofin del 15 ottobre.

Rinviate all’Ecofin del 15 novembre le decisioni sulMeccanismo unico di supervisione bancaria, tema discusso oggiper la prima volta in sede Ecofin. I ventotto hanno iniziatoad analizzare tempi e modalita’ di attivazione dellavigilanza. Rimantas Sadzius, ministro delle Finanze lituano equindi presidente dell’Ecofin, ha evidenziato l’esigenza di”progressi rapidi” verso l’unione bancaria, a suo giudizio”essenziale per assicurare la stabilita’ finanziaria e lacrescita del mercato interni”.

bne/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su