Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Infrastrutture: Mit, nessun allarme su Mose. Stanziati 5 miliardi

colonna Sinistra
Martedì 10 settembre 2013 - 17:18

Infrastrutture: Mit, nessun allarme su Mose. Stanziati 5 miliardi

(ASCA) – Roma, 10 set – ”Il Cipe di lunedi’ 9 settembre hastanziato, proprio perche’ questo Ministero e il Governo laconsiderano un’opera strategica per Venezia, per la RegioneVeneto e per quello che questa citta’ significa per il Paese,974 milioni di euro per il Mose, (la tranche piu’ grande maierogata a quest’opera). Un’assegnazione che garantisce lacontinuita’ dei cantieri e la prosecuzione dei lavori conmodalita’ che ne permetteranno l’ultimazione entro il 2016.

Con questo stanziamento le risorse assegnate al Moseammontano a quasi 5 miliardi di euro (4987 milioni)”. Ilministero delle Infrastrutture e Trasporti, in una nota,risponde alla Regione Veneto che lamenta la mancanza di circa100 milioni di euro che sarebbero stati ”tolti” al Mose. ”Eppure – prosegue il ministero – la Regione Venetodovrebbe ormai conoscere e apprezzare il meccanismo difinanziamento per cassa e competenza attuato da questoMinistero gia’ con il Decreto del Fare, che ha visto ilVeneto beneficiario di ben 400 milioni di euro destinati allaPedemontana Veneta, perche’ cantierizzabile entro il 2013, e’presi a prestito’ dal finanziamento del Terzo Valico conl’impegno a restituirli nel primo decreto utile. Alloraprotesto’ la Regione Liguria, ma dovette constatare chel’impegno preso fu prontamente onorato e i soldi furonoriassegnati al Terzo Valico nei tempi annunciati.

Adesso si e’ trattato di finanziare il ‘piano casa’approntato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasportie varato dal Governo a fine agosto: 500 milioni di euro perfinanziare, tra l’altro, quattro fondi per i mutui dellefamiglie svantaggiate, dei lavoratori precari, e gli affittidei cosiddetti ‘morosi incolpevoli’, persone che non riesconoa pagare il canone perche’ hanno perso il lavoro. Unintervento che va a favore non di questa o di quella regionema di tutti coloro che, anche in Veneto, si trovano nellesituazioni di difficolta’ descritte”.

”Cento di questi milioni – conclude il ministero – sonostati presi dal progetto del Mose con l’impegno della lororestituzione per competenza nel decreto che accompagnera’ laLegge di Stabilita’ prevista per il prossimo 15 ottobre.

Esattamente come successo per il caso Terzo Valico -Pedemontana Veneta citato. Non c’e’ dunque, nessun motivo diallarme”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su