Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fiat: su cigs azienda incontra separatamente Fiom

colonna Sinistra
Lunedì 9 settembre 2013 - 19:25

Fiat: su cigs azienda incontra separatamente Fiom

(ASCA) – Torino, 9 set – Incontro separato questo pomeriggioall’Unione Industriale tra la Fiom e la Fiat sulla prorogadella cig per Mirafiori dopo quello di questa mattibna con isindacati firmatari del contratto. Si e’ discusso soltantodella proroga della cigs e no n del trasferimento del ramod’azienda Maserati di Grugliasco all’interno di Fiat GroupAutomobiles. ”Abbiamo sollevato innanzitutto un problema relativo alriconoscimento delle rsa – dice Federico Bellono, segretariocittadino della Fiom – Fiat ci ha convocati comeoranizzazioni territoriali sostenendo di non sapere se lenostre rsa sono confermate. Noi, che oggi siamo venuti con inostri rappresentanti di Mirafiori, abbiamo ribadito diaverle nominate un anno e mezzo fa e nulla osta che venganoinformate come prevede la normativa e ci aspettiamo chequesta avvenga”. Quanto all’incontro, Bellono sottolinea due questioni:”La prima non e’ negativa, in quanto per la prima volta,anzche’ incontrare gli avvocati dell’azienda ci siamo trovatidi fronte i dirigenti dell’azienda. La seconda pero’ riguardalo sconcerto per la decisione da parte dell’azienda di nonvoler rispondere alle nostre cdomande sugli investimenti.

Anzi ci ha esplicitamente detto di non dovere queste rispostene’ a noi, ne’ agli altri sindacati e quindi alla luce diqueste dichiarazioni mi vinee da chiedere da dove arrivino lecertezze e gli entusiasmi delle altre organizzazionisindacali”. ”Registrando come positiva l’intenzione dell’azienda diprovcedere agli investimenti – ha concluso Bellono – occorretrovare un’ocasione in tempi brevi per avere comunque piu’nformazioni e questo e’ un problema non solo del sindacato maanche per chi ha responsabilita’ di governo”.

Infine un accenno alle officine Maserati ”dove oggi -conclude Bellono – lavorano in distacco circa 800 addetti diMirafiori. Abbiamo percio’ chiesto che le poche decine didipendenti Maserati, quasi tutti della Fiom, che ancora sonofori dallo stabilimento possano rientrare al piu’ presto”.

eg/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su