Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Giochi: Parlamento Ue vota relazione il 10, online piu’ tutele e regole

colonna Sinistra
Venerdì 6 settembre 2013 - 11:58

Giochi: Parlamento Ue vota relazione il 10, online piu’ tutele e regole

(ASCA) – Bruxelles, 6 set – Lotta alla frode sportiva,utilizzo dei proventi delle lotterie per il finanziamentodello sport ”di base”, maggiore ruolo dell’Ue nellaregolamentazione del gioco d’azzardo. Sono solo alcuni deipunti della ”relazione del Parlamento europeo sul giocod’azzardo on-line nel mercato interno”, al voto dell’Aulamartedi’ nella sessione plenaria di Strasburgo. Il testo -relatore il britannico Ashley Fox (Ecr) – e’ gia’ statoapprovato all’unanimita’ in commissione Mercato interno, equesto lascia presupporre un’approvazione dell’Aula. La relazione prevede una stretta contro gli illeciti: agliStati membri si impone di ”assicurare che sia vietata” lamanipolazione fraudolenta dei risultati, per ottenerevantaggi economici o d’altro tipo, qualificando come reatoqualsiasi violazione dell’integrita’ delle competizioni, tracui quelle collegate alle scommesse. Alla Commissione sichiede invece ad adottare iniziative a livello Ue contro ilgioco d’azzardo on-line non regolamentato e sostenere lalotta contro il fenomeno delle partite truccate. Ancora, sichiede a stati membri e Commissione Ue di ”prendereprovvedimenti” contro l’offerta di gioco d’azzardo illegaleproveniente dall’interno del territorio degli Stati membri.

Tra le misure contro gli illeciti le proposte di un sistemaeuropeo di allerta per le autorita’ di regolamentazione dellescommesse, per un rapido scambio d’informazioni sugli eventisportivi truccati, e la possibilita’ di vietare tutte leforme di ‘spot fixing’ (scommesse su parti di eventi ocompetizioni), quali le scommesse su calci d’angolo,punizioni, rimesse laterali e cartellini gialli, ”essendoprovato che esse si prestano molto alle manipolazioni”.

Previste nel testo apposite disposizioni specifiche per latutela dei minori. In primo luogo si prevede un gruppo diesperti col compito di ”garantire che sia impossibilel’accesso dei minori ai servizi di gioco d’azzardoon-line”.

Si esorta quindi la Commissione Ue ”a prendere inconsiderazione l’attuazione di un controllo obbligatoriodell’identificazione da parte di terzi, al fine di escluderedal gioco i minori o le persone che utilizzano falseidentita”’. Ancora, si chiede all’esecutivo comunitario diincludere nelle sue raccomandazioni sulla pubblicita’responsabile del gioco d’azzardo un divieto di pubblicita’ingannevole dei servizi di gioco d’azzardo on-lineindirizzata ai minori e ”agli altri soggetti vulnerabili”,in particolare nei social media, per impedire che il giocod’azzardo sia praticato dai minori e proteggere le personevulnerabili. Previste implicite campagne scolastiche, datoche il testo sottolinea ”l’importante ruolo della scuola,dei servizi di consulenza e dei genitori per lasensibilizzazione sul tema del gioco d’azzardo online e dellesue conseguenze per i minori”.

bne/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su