Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Mef: a giugno aperte 39.353 nuove partite Iva (-3,8%)

colonna Sinistra
Giovedì 8 agosto 2013 - 18:34

Mef: a giugno aperte 39.353 nuove partite Iva (-3,8%)

(ASCA) – Roma, 8 ago – Nello scorso mese di giugno sono stateaperte 39.353 nuove partite Iva; in confronto alcorrispondente mese dell’anno precedente si registra unaleggera flessione (-3,8%).E’ quanto riporta l’Osservatoriosulle partite IVA reso noto dal ministero dell’economia, nelquale si legge che la distribuzione per natura giuridicaevidenzia che la quota relativa alle persone fisiche nelleaperture di partita Iva si attesta al 74% circa, le societa’di capitali sono pari al 19,2%. Rispetto al mese di giugno2012 sono solo queste ultime a mostrare un aumento diaperture (+7,4%), mentre si segnala un ulteriore forte calorelativo alle societa’ di persone (-22,8%).

Relativamente alla ripartizione territoriale delleaperture, il 42,1% di esse e’ avvenuto al Nord, il 23,2% alCentro ed il 34,6% al Sud ed Isole; il confronto con giugnodello scorso anno mostra una prevalenza di flessioni e levariazioni piu’ significative sono avvenute in Basilicata(+13,4%), Umbria (-15,8%) e Sicilia (-11,4%) ma anchePiemonte e Campania registrano apprezzabili cali.

La classificazione per settore produttivo conferma che ilcommercio registra sempre il maggior numero di aperture dipartite Iva: oltre il 24% del totale, seguito da attivita’professionali (12,9%) ed edilizio (9,7%). Rispetto alcorrispondente mese del 2012, tra i settori principali e’degno di nota il forte aumento (+50%) delle attivita’finanziarie/assicurative; apprezzabile incremento anche peril settore sanitario (+8,4%), mentre le flessioni piu’rilevanti riguardano l’edilizio, i trasporti, attivita’professionali, istruzione ed attivita’ artistiche, tuttecomprese tra il 6 ed il 10%.

Relativamente alle persone fisiche, la ripartizione persesso e’ sempre stabile, con i maschi cui appartiene il 63,6%di aperture di partite Iva. Circa la meta’ delle aperture e’dovuta a giovani fino a 35 anni ed un terzo alla classe 36-50anni. Rispetto al giugno del 2012 solo la classe oltre i 65anni segna un leggero aumento.

Nel mese di giugno, infine, 8.806 persone fisiche (pari al22% del totale delle nuove aperture) hanno aderito al regimefiscale di vantaggio riservato ai giovani sotto i 35 anni, aidisoccupati ed ai lavoratori in mobilita’, che per cinqueanni limita l’imposta dovuta al 5% degli utili dichiarati,esonerando da Iva ed Irap.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su