Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Casa: Bankitalia, nel 2* trim peggiorano aspettative (Upd 1)

colonna Sinistra
Giovedì 8 agosto 2013 - 13:31

Casa: Bankitalia, nel 2* trim peggiorano aspettative (Upd 1)

(ASCA) – Roma, 8 ago – Nel secondo trimestre peggiorano leaspettative sul segmento abitazioni del settore immobiliare.

E’ quanto emerge dal ”Sondaggio congiunturale sul mercatodelle abitazioni” pubblicato da Bankitalia.

Le interviste sul mercato delle abitazioni in Italia sisono svolte tra il 25 giugno e il 19 luglio 2013. Vi hannopartecipato 1.375 agenzie immobiliari1.

I giudizi degli agenti immobiliari indicano che nelsecondo trimestre del 2013 e’ proseguita la fase di debolezzadel mercato: continuano infatti a prevalere le indicazioni diflessione delle quotazioni (sebbene in lieve attenuazionerispetto ad aprile) e diminuisce il flusso dei nuoviincarichi a vendere. La quota del valore dell’immobilefinanziata tramite mutuo e’ in diminuzione da un anno. Nel mercato delle locazioni si segnalano ulterioriflessioni dei canoni, anche se in misura inferiore rispettoal precedente sondaggio. Le aspettative a breve termine sonopeggiorate, sia per il mercato locale di riferimento sia perquello nazionale, annullando il parziale progresso registratonell’inchiesta precedente; la flessione delle quotazioniproseguirebbe nel trimestre in corso. Anche per leaspettative di lungo periodo (due anni) sono tornati aprevalere i giudizi sfavorevoli sugli andamenti del mercatonazionale.

Per quanto riguarda le trattative e i tempi di vendita, ilmargine di sconto rispetto alla richieste iniziali deivenditori e’ rimasto stabile al 15,7%, mentre e’ aumentato iltempo che intercorre tra l’affidamento dell’incarico e lavendita dell’immobile, si sale da 8,8 da 8,6 mesi.

Gli agenti segnalano anche, dopo due mesi di rialziconsecutivi, una diminuzione congiunturale dei prezzi.

E’ lievemente diminuita la quota di agenzie che hannovenduto almeno un’abitazione (al 63,6% per cento, contro il64,4% osservato in aprile e in gennaio) ,che tuttavia restadi quasi otto punti percentuali sopra il minimo registratonel terzo trimestre del 2012.

La quota di acquisti di abitazioni finanziati con un mutuoipotecario e’ diminuita per il quarto trimestre consecutivo(al 55% cento, contro il 56,1% del sondaggio precedente e il64,7 rilevato nel secondo trimestre 2012).

E’ rimasta sostanzialmente invariata (all’80%) lapercentuale di agenzie che hanno locato almeno un immobile.

Tra queste, il 60 per cento ha segnalato una flessione deicanoni di locazione rispetto al trimestre precedente (controil 66,6% nell’indagine di aprile), mentre sono aumentati igiudizi di stabilita’ dei canoni (al 37,9%, contro ilprecedente 30,7%).

Il saldo percentuale tra attese di miglioramento e dipeggioramento del mercato nazionale nel prossimo biennio e’tornato su valori negativi (-5,5 punti percentuali) dopo duerilevazioni consecutive in cui erano prevalse indicazioni dimiglioramento. Il deterioramento ha riguardato tutte le areegeografiche; solo al Sud e nelle Isole si rilevano saldipositivi.

red/men

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su