Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Porti: Mise, protocollo con enti locali per riqualificazione Piombino

colonna Sinistra
Martedì 6 agosto 2013 - 18:00

Porti: Mise, protocollo con enti locali per riqualificazione Piombino

(ASCA) – Roma, 6 ago – Ulteriore passo in avanti per laconclusione dell’iter che permettera’ l’avvio degliinterventi di infrastrutturazione, riqualificazione ereindustrializzazione dell’aera portuale di Piombino.

L’intesa raggiunta il 26 luglio scorso tra il Ministero delloSviluppo economico, il Ministero dell’Economia e Finanze, ilMinistero delle Infrastrutture, il Ministero dell’Ambiente edella Tutela del Territorio e del Mare e’ stata infattiperfezionata oggi con la firma degli Enti locali coinvolti -Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Piombino – edell’Autorita’ Portuale di Piombino.

L’obiettivo e’ fare del Porto, rendendolo fruibile anche anavi di stazza adeguata a servire l’area siderurgica, unvolano, insieme agli investimenti sulla viabilita’, per laripartenza di un territorio particolarmente colpito dallacrisi. Di tutto cio’ si e’ parlato nel corso della cerimoniaper l’apposizione delle firme in calce al documento che si e’svolta nella sede del Comune di Piombino, alla presenza delMinistro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, delPresidente della Regione Toscana e Commissario Straordinarioper l’Area Portuale di Piombino Enrico Rossi, del Presidentedella Provincia di Livorno Giorgio Kutufa’, del Sindaco diPiombino Gianni Anselmi e del Commissario dell’Autorita’Portuale di Piombino Luciano Guerrieri.

”C’e’, da parte di Governo e Regione – ha detto iltitolare dello Sviluppo Economico Zanonato – un notevolesforzo finanziario, che avra’ come effetto la creazione dinumerosi posti di lavoro. Il Governo mantiene cosi’ il suoimpegno di arrivare all’Accordo di Programma, garantendo cheaffianchera’ con la dovuta attenzione Piombino nel percorsodi attuazione. L’esecutivo continuera’ inoltre a far sentirecon vigore la propria voce nella gestione di importantivertenze, Lucchini in testa, che troveranno nell’AdP unvalido strumento di supporto”. Nel dettaglio, oltre 110 milioni sono destinati agliinterventi infrastrutturali veri e propri, anche a carattereambientale, in attuazione del nuovo Piano regolatore portualeper il rilancio della competitivita’ industriale e portualedi Piombino. Le restanti risorse finanziarie sarannoimpiegate per la realizzazione di indagini dicaratterizzazione, bonifica e messa in sicurezza dell’area. Sara’ infine realizzata la ”bretella” di collegamento tral’area portuale e la superstrada tirrenica, infrastrutturaessenziale per il collegamento del Porto e dell’areasiderurgica con i mercati di sbocco e di approvvigionamento.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su