Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Trasporto aereo: sindacati, siglata intesa su parte generale contratto

colonna Sinistra
Venerdì 2 agosto 2013 - 15:53

Trasporto aereo: sindacati, siglata intesa su parte generale contratto

(ASCA) – Roma, 2 ago – ”Definita e siglata la parte generaledel contratto del Trasporto Aereo”. Lo riferisconounitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e UglTrasporti, in merito all’intesa raggiunta oggi dopo 20 oreconsecutive di trattativa, sottolineando che ”dopo l’avviodella contrattazione al tavolo del trasporto aereo lo scorsogennaio, il negoziato con alterni alti e bassi ha raggiuntoil suo culmine con la sigla oggi delle quattro Federazioninazionali dei trasporti e delle associazioni datoriali dellaparte generale che contiene gli articoli riguardanti inparticolare i diritti e le tutele, demandate allacontrattazione collettiva ed e’ scritto nel solco degliaccordi interconfederali che stabiliscono le linee guida intema di livello di contrattazione e di rappresentanza”.

”Da oggi – sottolineano Filt, Fit, Uilt e Uglt- esiste untesto contrattuale che avvia un percorso virtuoso mirato aunificare i vari segmenti della filiera del trasporto aereo euniformare trattamenti finora diversi e talvoltadiscriminatori, applicati nella miriade di contrattiaziendali e regolamenti che hanno costituito finora lostandard del settore. E’ un risultato importante quelloraggiunto oggi – spiegano – perche’ apre la porta ad unanuova stagione di diritti, di regole certe per i lavoratoridi terra e di volo di questo settore che soffre tutte leincongruenze, gli errori gestionali e di sistema determinatida anni di incuria e speculazione selvaggia chiamata’deregulation’ che ha prodotto solo impoverimento e perditadi competitivita’ per le aziende e i lavoratori italiani”.

Secondo le organizzazioni sindacali dei trasporti infine”c’e’ ancora molto da fare per la definizione delle sezionispecifiche che iniziera’ a settembre e completera’ il CCNL,rendendolo definitivamente efficace e per spingere lapolitica a varare quelle norme che obblighino tutte leaziende, anche quelle straniere che operano in Italia, ad unacompetizione leale ad armi pari che non si giochi sul costodel lavoro e sulle spalle dei contribuenti italiani”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su