Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Enel: nel 1* sem utile netto stabile a 1,65 mld (1 update)

colonna Sinistra
Giovedì 1 agosto 2013 - 18:30

Enel: nel 1* sem utile netto stabile a 1,65 mld (1 update)

(ASCA) – Roma, 1 ago – Tengono i risultati di Enel nel primosemestre dell’anno nonostante l’indebolimento della domandadi energia e il contesto di prezzi in calo. Il gruppo harealizzato un utile netto di 1,65 miliardi di euro,sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo delloscorso anno a fronte di un ebitda che ha sfiorato gli 8,3miliardi (-0,3%) e un risultato operativo a 5,16 miliardi(-4%). I ricavi nel periodo sono ammontati a 40,15 miliardicon una flessione dell’1,3%.

Enel indica che la lieve flessione del margine operativoe’ connessa principalmente ad una riduzione del margine digenerazione termoelettrica convenzionale in Italia eall’estero, parzialmente compensata dal miglioramento delmargine da generazione da fonti rinnovabili e del marginesulle vendite ai clienti finali nel territorio nazionale. In particolare, si evidenzia che il margine operativo lordodell’Area di business Mercato si attesta a 477 milioni dieuro (+45,4%), quello dell’Area di business Generazione edEnergy Management a 667 milioni di euro (-3,9%), quello dellaDivisione Infrastrutture e Reti a 1.966 milioni di euro(-0,5%), quello della Divisione Iberia e America Latina a3.614 milioni di euro (-1,6%), quello della DivisioneInternazionale a 565 milioni di euro (-25,5%) e quello dellaDivisione Energie Rinnovabili a 973 milioni di euro(+20,6%).

Il risultato operativo del semestre ammonta a 5,16miliardi, in calo del 4% rispetto all’analogo periodo del2012, scontando maggiori ammortamenti e perdite di valore per195 milioni di euro. Si segnala che tale ultimo incremento e’sostanzialmente attribuibile ai maggiori adeguamenti nettisul valore di crediti commerciali. Con riferimento airisultati delle Divisioni, si segnala che il risultatooperativo dell’Area di business Mercato si attesta a 190milioni di euro (+50,8%), quello dell’Area di businessGenerazione ed Energy Management a 418 milioni di euro(+8,6%), quello della Divisione Infrastrutture e Reti a 1.479milioni di euro (-2,4%), quello della Divisione Iberia eAmerica Latina a 2.176 milioni di euro, quello dellaDivisione Internazionale a 262 milioni di euro (-56,0%) equello della Divisione Energie Rinnovabili a 667 milioni dieuro (+17,0%). Per quanto riguarda l’attivita’, nel primo semestre laproduzione netta complessiva del Gruppo Enel nei primi seimesi del 2013 e’ stata di 138,2 TWh (-6,8% rispetto ai 148,3TWh del primo semestre dell’anno precedente), di cui 36,0 TWhin Italia e 102,2 TWh all’estero. Gli impianti del GruppoEnel in Italia hanno prodotto 36,0 TWh, con una diminuzionedi 2,1 TWh rispetto al primo semestre del 2012. La minoreproduzione degli impianti termoelettrici (-6,6 TWh) e’ statain parte compensata da una crescita della produzione da fonteidroelettrica (+4,3 TWh), grazie alle piu’ favorevolicondizioni di idraulicita’ registrate nel primo semestre 2013rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente. La domanda di energia elettrica sul mercato nazionale neiprimi sei mesi del 2013 si e’ attestata a 157,6 TWh, indiminuzione del 3,6% rispetto al corrispondente periodo del2012, mentre le importazioni nette hanno registrato undecremento di 0,6 TWh (-2,6%). All’estero la produzione netta del Gruppo Enel nel primosemestre 2013 e’ stata pari a 102,2 TWh, in diminuzione di8,0 TWh (-7,3%) rispetto ai primi sei mesi del precedenteesercizio. La riduzione e’ da ricondurre principalmente alleminori quantita’ prodotte da Endesa (-8,7 TWh), inparticolare nella Penisola Iberica. L’energia elettrica vettoriata sulle reti di distribuzionedel Gruppo Enel nel primo semestre del 2013 e’ stata pari a198,8 TWh, di cui 113,3 TWh in Italia e 85,5 TWh all’estero.

Nel mercato domestico i volumi di elettricita’ distribuitasono diminuiti di 4,9 TWh (-4,1%) rispetto a quanto rilevatonello stesso periodo del precedente esercizio. L’elettricita’trasportata all’estero si e’ attestata a 85,5 TWh, con unavariazione di -1,9 TWh (-2,2%) rispetto ai primi sei mesidello scorso anno principalmente per effetto del minorapporto di Endesa nella Penisola Iberica. did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su