Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Abi e consumatori, rifinanziare fondo solidarieta’ prima casa

colonna Sinistra
Giovedì 25 luglio 2013 - 16:23

Crisi: Abi e consumatori, rifinanziare fondo solidarieta’ prima casa

(ASCA) – Roma, 25 lug – In circa un mese e mezzo dioperativita’ effettiva, il ”Fondo di solidarieta’ perl’acquisto della prima casa” ha consentito a 2.200 famigliedi sospendere per 18 mesi il pagamento delle rate dei mutuiin caso di perdita del posto lavoro, decesso o graveinfortunio del mutuatario. Si tratta dell’iniziativa direcente avvio che rappresenta la misura pubblica di raccordocon la moratoria dell’Abi concordata con le Associazioni deiconsumatori, portata avanti dal 2010.

Tuttavia le dotazioni residue del Fondo (circa 10 milioni dieuro) si stima potrebbero esaurirsi entro la fine dell’anno.

E’ quanto emerge, in particolare, dalla riunione delTavolo tecnico di attuazione costituito dalle partifirmatarie dell’Accordo ”Piano famiglie” del 2 luglio 2010:Anci, Conferenza Episcopale Italiana, Conferenza StatoRegioni, Dipartimento della Famiglia presso la Presidenza delConsiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventu’ pressola Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delLavoro, Ministero dell’Economia e delle Finanze e 13Associazioni dei Consumatori.

Nel suo intervento il sottosegretario all’Economia,Pierpaolo Baretta, nel dare riconoscimento al lavoro svoltodai diversi soggetti coinvolti nel tavolo ha dichiarato che:”Il Fondo di solidarieta’ rappresenta di fatto una modalita’innovativa di ammortizzatore sociale, nei confronti del qualeil Governo non puo’ che confermare la massima attenzione”; eha sottolineato ”l’utilita’ di questi tavoli di confrontoche permettono di individuare i problemi ma anche di proporresoluzioni compatibili con i vincoli di finanza pubblica”.

In questo senso, il Direttore Generale dell’Abi, GiovanniSabatini, ha ricordato che ”solo attraverso lacollaborazione e l’impegno congiunto di Abi, Associazioni deiConsumatori e Istituzioni pubbliche e’ stato fin quipossibile individuare le misure piu’ idonee a sostegno dellefamiglie nell’accesso al credito e nella sostenibilita’ dellerate”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su