Header Top
Logo
Mercoledì 26 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro: Centro Bachelor, le aziende puntano sull’apprendistato

colonna Sinistra
Mercoledì 24 luglio 2013 - 11:37

Lavoro: Centro Bachelor, le aziende puntano sull’apprendistato

(ASCA) – Milano, 24 lug – Aumenta l’utilizzodell’apprendistato come forma contrattuale da parte delleimprese italiane. E’ quanto emerge dai risultatidell’analisti condotta dal Centro Studi e Ricerche Bachelorad un anno dalla riforma Fornero che ha introdotto questatipologia d’inserimento nel mercato del lavoro per gli under29: nel scorso trimestre del 2013 il 6,8% delle aziende hainserito i giovani laureati con questo contratto, a fronte diuna media del 2012 che si attestava intorno al 4%.

Un altro trend positivo riguarda le professioni emergenticome quelle legate alla comunicazione digitale ed ai socialnetworking. Il 3% delle aziende prevede di assumere figureprofessionali connesse a questo ambito. Un ambito che negliultimi 12 mesi e’ cresciuto costantemente. Si tratta di undato positivo soprattutto per i laureati in materiepolitico-sociali, coloro che tradizionalmente faticanomaggiormente a trovare un’occupazione. Piu’ precisamente, sultotale degli annunci di lavoro il 6,4% delle offerte e’indirizzato a laureati del gruppo politico-sociale, ed il7,7% a laureati del gruppo umanistico. L’anno scorso i valoriregistrati erano inferiori: una media del 4% per il gruppopolitico-sociale, ed una del 5% per gli umanisti.

E’ positivo anche il dato sulle assunzioni nette per ilterzo trimestre del 2013. Il 15,8% delle aziende prevede diinserire giovani laureati, al netto di coloro che verrannolicenziati.

Pur essendo questo dato in decrescita rispetto ai mesiprecedenti, esso va contestualizzato alla stagione estiva.

Inoltre, il dato non comprende la forma d’inserimento tramitestage. I settori maggiormente aperti alle assunzioni deigiovani laureati sono il settore dei servizi informatici,seguiti dall’industria della fabbricazione di macchinari emezzi di trasporto, e dall’industria alimentare. I settorimaggiormente negativi nei confronti delle assunzioni sono ilsettore dei servizi culturali, sportivi, di alloggio eristorazione, l’industria dei beni per la casa e il tempolibero, ed il commercio.

com-fcz/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su