Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Difesa: Ue, partenariato strategico per cluster pmi

colonna Sinistra
Mercoledì 24 luglio 2013 - 12:31

Difesa: Ue, partenariato strategico per cluster pmi

(ASCA) – Bruxelles, 24 lug – Procedere a certificatiindustriali comuni, una semplificazione procedurale enormativa, e costruire un sistema di accesso al creditoagevolato per le imprese del settore. Queste le propostedella Commissione europea contenute nella comunicazione peril rafforzamento della sicurezza e della difesa comunieuropee presentate oggi a Bruxelles. Al fine di accrescere lacompetitivita’ dell’industria europea in questo comparto,l’esecutivo comunitario intende sviluppare una politicaindustriale della difesa basata su due assi principali:sostegno alla competitivita’ e sostegno alle piccole e medieimprese. Per il primo asse si pensa all’elaborazione di”norme ibride a vantaggio dei mercati della sicurezza edella difesa” e alle possibilita’ per sviluppare ”unsistema europeo di certificazione per l’aeronavigabilita’militare”. Quanto al secondo asse, si punta allo ”sviluppodi un partenariato strategico europeo dei cluster perconsentire collegamenti con altri cluster e sostenere le pmilegate alla difesa nel contesto della concorrenza globale”.

In questo modo, assicura la Commissione Ue, gli Statimembri ”risparmieranno tempo e denaro” attraverso unacertificazione e norme europee, il sostegno ai cluster, laspecializzazione dei ruoli, la ricerca e gli appalticongiunti, una maggiore efficienza energetica degli esercitie l’uso efficiente delle infrastrutture spaziali. Le imprese,comprese le pmi, ”trarranno benefici” da un miglioreaccesso ad altri mercati, all’interno o all’esterno dell’UE,economie di scala attraverso una maggiore standardizzazione ecertificazione e un accesso piu’ agevole ai finanziamentidell’Ue. I contribuenti europei, infine, ”beneficeranno” dispese per la difesa piu’ efficienti, minori sovrapposizionitra ricerca e sviluppo civile e militare, un uso piu’efficiente delle infrastrutture spaziali, mentre l’ambientebeneficera’ dell’impronta energetica ridotta delle forzearmate europee.

bne/sat

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su