Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro: Camusso, ammortizzatori non bastano. Cambiare analisi e terapia

colonna Sinistra
Giovedì 18 luglio 2013 - 16:29

Lavoro: Camusso, ammortizzatori non bastano. Cambiare analisi e terapia

(ASCA) – Roma, 18 lug – ”Dopo cinque anni di crisi siconferma che i soli ammortizzatori sono insufficienti atutelare i posti di lavoro, mentre bisogna modificare ilquadro macroeconomico con investimenti pubblici mirati, unariforma fiscale che riduca le tasse sul lavoro, il sostegnoalla creazione di posti di lavoro stabili, il rafforzamentodelle istituzioni pubbliche per un mercato del lavoroattivo”. Lo ha detto il segretario generale della Cgil,Susanna Camusso, intervenendo al meeting tra L20 (irappresentanti del mondo sindacale delle 20 maggiori economiemondiale) e i ministri del Lavoro e delle Finanze del G20oggi a Mosca, durante il quale e’ stato presentato undocumento ai ministri che, secondo Camusso, ”descrive conesattezza il dilemma nel quale si trova l’Unione Europea,stretta tra ambizioni legate alle proprie origini e alproprio ‘modello sociale’ esemplificate nel programma diEuropa 2020, e le azioni concretamente messe in atto durantela crisi”. Camusso si e’ poi schierata contro una ”curacontroproducente e iniqua socialmente” per combattere lacrisi, fatta di ”azioni che hanno esageratamente concentratol’analisi e le terapie sul pareggio di bilancio daraggiungere con la compressione delle potenzialita’economiche dei paesi in deficit”, e’ giunto il momento di”cambiare definitivamente analisi e conseguentementeterapia: non e’ l’offerta di lavoro a costituire il problema,ma e’ la carenza di domanda, e di qualita’ della domandastessa.

red-fch/mau/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su