Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Saipem: chiusa indagine interna. Nessun pagamento a funzionari algerini

colonna Sinistra
Mercoledì 17 luglio 2013 - 18:56

Saipem: chiusa indagine interna. Nessun pagamento a funzionari algerini

(ASCA) – Roma, 17 lug – Nessuna prova di pagamenti da partedi Saipem a pubblici ufficiali algerini anche se sono staterilevate alcune violazioni di procedure su contratti diinetrmediazione e subappalto. Sono questi, in estremasintesi, i risultati dell’indagine interna su ”alcunicontratti di intermediazione e subappalto relativi a progettialgerini” svolta da consulenti esterni e le cui conclusionisono state esaminate dal Consiglio di Amministrazione.

Lo annuncia la societa’ ricordando che l’indagine erastata commissionata dal Consiglio il 5 dicembre 2012 inseguito all’avvio delle indagini preliminari da parte dellaProcura della Repubblica di Milano per il presunto reato dicorruzione internazionale in Algeria.

”L’indagine interna – spiega Saipem – si e’ basatasull’esame di documenti e su interviste di personale dellaSocieta’ e di altre societa’ del gruppo, ad esclusione deisoggetti che, per quanto a conoscenza della Societa’,sarebbero direttamente coinvolti nell’indagine penale, pernon interferire nelle attivita’ investigative della Procura.

Il Consiglio, confermando la massima collaborazione con gliorgani inquirenti, ha deliberato di trasmettere l’esitodell’attivita’ dei consulenti esterni alla Procura dellaRepubblica di Milano, per ogni opportuna valutazione einiziativa di competenza nel piu’ ampio contestodell’indagine in corso”.

”I consulenti – prosegue Saipem – hanno riferito alConsiglio: di non aver rinvenuto evidenza di pagamenti apubblici ufficiali algerini per il tramite dei contratti diintermediazione o di subappalto esaminati; di aver rilevatoviolazioni, lesive degli interessi della Societa’, di regoleinterne e procedure – all’epoca in vigore – relativeall’approvazione e alla gestione dei contratti diintermediazione e di subappalto esaminati e ad altreattivita’ svolte in Algeria”.

Il Cda ja deciso di avviare azioni giudiziarie a tuteladegli interessi della Societa’ nei confronti di alcuni exdipendenti e fornitori, riservandosi ogni ulteriore azioneove emergessero ulteriori elementi. Inoltre, su richiesta delDepartment of Justice statunitense, Saipem S.p.A. hastipulato un cosiddetto ”tolling agreement”, che estende di6 mesi il termine di prescrizione applicabile a eventualiviolazioni di leggi federali degli Stati Uniti in relazionead attivita’ pregresse di Saipem e relative subsidiaries. ”Il tolling agreement – sottolinea la societa’ – noncostituisce un’ammissione da parte di Saipem S.p.A. di avercompiuto alcun illecito, ne’ di essere soggetta allagiurisdizione degli Stati Uniti ai fini di qualsivogliaindagine o procedimento. Saipem intende quindi offrire ampiacollaborazione anche nel contesto degli accertamenti da partedelle autorita’ statunitensi”.

fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su