Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Palombella (Uilm), senza crescita manifattura Paese non ne esce

colonna Sinistra
Mercoledì 17 luglio 2013 - 15:43

Crisi: Palombella (Uilm), senza crescita manifattura Paese non ne esce

(ASCA) – Roma, 17 lug – ”Il dibattito sullo sviluppo diquesto Paese deve risolvere la dicotomia esistentenell’opinione pubblica tra industria e ambiente, perche’ nonsi tratta di valori in antitesi, ma potenzialita’ sinergicheindispensabili alla crescita nazionale”. Lo ha detto RoccoPalombella, segretario generale della Uilm, a Cerviaintervenendo al Direttivo provinciale dei metalmeccanicidella Uil di Ravenna presieduto dal segretario locale FilippoSpada. ”Abbiamo assistito in questo senso – ha continuato illeader della Uilm – a scontri tra poteri e polemichemasochistiche tra fazioni con l’unico risultato di indebolirel’immagine dell’Italia rispetto al giudizio degli investitoriinternazionali e, rallentare, o perdere, in molti casi partidella stessa produzione industriale all’interno del perimetronazionale. Oggi i dati annuali dell’Ispra segnalano che e’pesante la pressione esercitata sull’ambiente dalle attivita’industriali. E’ bene che si sappia che il sindacato e’impegnato a far sviluppare l’industria rispettandol’ambiente, perche’ il Paese senza manifattura e senza unequilibrato risanamento ambientale non si salva”. Palombella ha anche parlato dei rapporti con Fim e Fiomrelativi all’intesa confederale dello scorso 31 maggio: ”Cisiamo visti e continuiamo a vederci -ha ribadito il dirigentesindacale dei metalmeccanici- ma abbiamo registrato da partedei metalmeccanici della Cgil posizioni inconciliabili einterpretazioni che non sono contenute nel protocollo diintesa. C’e’ l’esclusiva richiesta della Fiom ad applicare ilsistema proporzionale per le nuove elezioni Rsu el’estensione degli ulteriori diritti sindacali pur nonessendo sottoscrittori di contratti. Tutto cio’ e’ pretesononostante non ci siano i regolamenti attuativi e tenendopresente che tutto il resto di quanto e’ previsto nelprotocollo viene lasciato inapplicato. Senza i dovutichiarimenti rischiano di aumentare le tensioni all’internodella nostra categoria”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su