Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Appalti: Santoro, calo 2012 ha causato riduzione di 92 mila occupati

colonna Sinistra
Mercoledì 17 luglio 2013 - 10:00

Appalti: Santoro, calo 2012 ha causato riduzione di 92 mila occupati

(ASCA) – Roma, 17 lug – Il calo degli appalti pubblici nel2012, rispetto all’anno precedente, ha prodotto un tagliodegli occuopati di 92 mila unita’. E’ quanto stima ilpresidente dell’Autorita’ per la vigilanza sui contrattipubblici, di lavori, servizi e forniture, Sergio Santoro,nella sua relazione annuale.

”Si puo’ comprendere a fondo la portata degli effettidella riduzione della spesa per contratti pubblicisull’occupazione se si tiene conto dell’analisi gia’effettuata dall’Autorita’ relativamente all’impatto degliappalti sul mercato del lavoro – spiega Santoro -. E’ statoinfatti calcolato che, a fronte di una spesa di un miliardodi euro investita in lavori pubblici, si creanocomplessivamente da 11.700 a 15.600 occupati, di cui circa7.800 rappresentano l’effetto diretto degli appalti e glialtri invece l’indotto prodotto dai contratti pubblici, valea dire l’effetto indiretto su fornitori e prestatori diservizi. Si puo’ presumere che gli appalti producanocomplessivamente effetti diretti ed indirettisull’occupazione simili a quelli prodotti dall’intera spesaaggregata del Paese, di cui peraltro gli appalti pubblicirappresentano una parte significativa”. ”Pertanto, data la riduzione dell’importo complessivodegli appalti pubblici (di importo superiore a 40.000)registrata nell’anno 2012 rispetto al 2011, calcolatarispettivamente in 95,3 mld di Euro e 100,1 mld di euro -conclude il presidente dell’Authority -, ne deriva che lariduzione dell’occupazione nel settore dei contratti pubblicinel 2012 portera’ ad un calo mediamente di circa 92.000unita’ rispetto al 2011”.

sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su