Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Inps: Ugl, bene efficienza ma rischi con tagli indiscriminati

colonna Sinistra
Martedì 16 luglio 2013 - 15:16

Inps: Ugl, bene efficienza ma rischi con tagli indiscriminati

(ASCA) – Roma, 16 lug – ”Prendiamo atto della funzionalita’ottimale e dell’efficienza dell’Inps, ma purtroppo siamopreoccupati dal fatto che la complessa attivita’dell’Istituto sia messa a rischio dalla cieca edindiscriminata applicazione di tagli alla spesa, checomportano riduzioni di personale a fronte di competenzeaccresciute e l’obbligato ricorso alle procedure informaticheper milioni di cittadini i quali spesso, per ragioni di eta’o di scarsa conoscenza del sistema, si trovano indifficolta”’. Lo ha detto il segretario confederaledell’Ugl, Nazzareno Mollicone, a margine della relazioneannuale del presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua,evidenziando come ”e’ quindi necessario che il Governoguardi all’Istituto con un’attenzione particolare, acominciare dai debiti previdenziali della pubblicaamministrazione che devono essere considerati tali e saldati,e non come meri prestiti all’ente, per consentire di adeguarei servizi forniti alle esigenze dei cittadini. Non si devedimenticare infatti – prosegue – che all’Inps e’ affidatal’intera gestione del welfare in Italia, con un flussofinanziario complessivo di ben 763 miliardi di euro, quasiequivalente a quello dello Stato, e con solo l’1 per centodel personale della pubblica amministrazione”.

”Concordiamo inoltre sul richiamo del presidenteMastrapasqua all’esigenza che lo ”stato sociale italiano’non si limiti ai tagli indiscriminati – aggiunge – ma sipreoccupi invece di effettuare ”una migliore e piu’razionale’ distribuzione delle risorse finanziarie, visto chel’onere complessivo e’ in linea con la media europea”.

”Condivisibile – conclude il sindacalista – anche ilrichiamo della vicepresidente della Camera, Marina Sereni, aduna sollecita revisione della riforma previdenziale promossadal precedente ministro del Welfare, Elsa Fornero,soprattutto per quanto concerne gli esodati ed il ripristinodella flessibilita’ per il pensionamento, aspetti su cui ilGoverno dovrebbe intervenire”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su