Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Editoria: filiera carta, con Iva da 4 a 21% si penalizza cultura

colonna Sinistra
Martedì 16 luglio 2013 - 16:11

Editoria: filiera carta, con Iva da 4 a 21% si penalizza cultura

(ASCA) – Roma, 16 lug – Un incremento dell’Iva dal 4 al 21%per tutti gli abbinamenti editoriali (non solo dei gadget maanche dei beni che integrano e sono di complemento a libri,quotidiani e periodici e sono pertanto funzionali al loroutilizzo) e’ un provvedimento illogico, che danneggia iconsumi culturali e che ostacola l’integrazione tra i media el’innovazione.

Questa e’ la valutazione espressa dalle otto Associazioniche compongono la Filiera della Carta – Acimga, Aie, Anes,Argi, Asig, Assocarta, Assografici e Fieg – sull’articolo 19del Decreto Legge n* 63/2013 – attualmente in fase diconversione – che prevede l’aumento dell’IVA dal 4 al 21%sugli abbinamenti editoriali a quotidiani, periodici e libri.

Quindi, un aumento della tassazione superiore al 500%! Invecedi adottare delle misure di politica industriale, sipenalizza una filiera che vive uno stato di profonda crisi eche ha bisogno di interventi volti a sostenere la letturacome la detassazione dell’acquisto di libri e di giornali, diincentivi all’innovazione e all’acquisto della carta, oltreche di interventi di tutela dei contenuti editoriali. Questeproposte sono state presentate il 10 aprile 2013 al Senatodella Repubblica dalle otto Associazioni, ma sono rimastelettera morta. Al non fare, si aggiunge ora una misurafortemente penalizzante.

La Filiera rappresentata dalle otto Associazioni e’ unodei pilastri del sistema economico nazionale. Rappresentaun’occupazione diretta di 213 mila addetti nel 2012 (250 milanel 2007), quasi il 5% dell’occupazione complessiva, cui siaggiungono altre 527 mila unita’ occupate nell’indotto. Nel2012 la filiera ha riflesso pero’ le difficolta’ imposte dalquadro economico generale realizzando un fatturato di circa32,9 miliardi di euro (era di 42 miliardi nel 2007), inriduzione del 7,9% rispetto al 2011 principalmente a causadella sensibile contrazione nei settori della stampa edell’editoria per il calo delle vendite e della pubblicita’.

com/rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su