Header Top
Logo
Mercoledì 26 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fisco: Confcommercio, con Federalismo dal ’92 gettito locale +500% (2)

colonna Sinistra
Lunedì 15 luglio 2013 - 11:11

Fisco: Confcommercio, con Federalismo dal ’92 gettito locale +500% (2)

(ASCA) – Roma, 15 lug – Le imposte locali, con il Federalismofiscale, sono aumentate del 500% dal 1992 ad oggi. E’ quantoemerge da un’analisi condotta da Confcommercio e Cer sulFederalismo fiscale.

In particolare, per quanto riguarda le spese, tra il 1992,quando sono stati avviati i primi decreti sul decentramentoamministrativo, e il 2012, le uscite primarie correnti delleamministrazioni locali sono salite da 90,5 a 205 miliardi,con una variazione cumulata del 126%. Nello stesso periodo laspesa delle amministrazioni centrali e’ passata da 225 a343,5 miliardi, con un incremento del 53%. Nel complesso laspesa corrente delle Amministrazioni Pubbliche, inclusivaanche delle spese sostenute dagli enti di previdenza, e’passata da 413 miliardi a 753 con un aumento dell’82,5%nonostante l’apporto negativo fornito dalla spesa perinteressi (-12% pari a circa 12 miliardi).

A fronte dell’aumento della spesa sostenuta a livellolocale, prosegue l’analisi, i trasferimenti provenienti dalleamministrazioni centrali sono aumentati in misura moltocontenuta passando da 72 a 86 miliardi di euro, +20% in 20anni.

”In considerazione dei descritti andamenti della spesa -conclude l’analisi -, non sorprende che le imposte a livellocentrale siano aumentate del 95% (da 186 a 362 miliardi)mente quelle riconducibili alle amministrazioni locali sianocresciute da 18 a 108 miliardi, con un eccezionale incrementodi oltre il 500%”.

Oltre a cio’, nell’ultimo decennio, risulta quasitriplicato il peso delle addizionali regionali e comunalisull’Irpef complessiva gravante sui salari: dal 4,2%all’11,2% nel caso del lavoratore ”single”; dal 5,8% al17,1% nel caso del ”coniugato” .

”Nel complesso – afferma Confcomemrcio -, l’analisimostra come l’auspicata riduzione della pressione fiscale nonpossa prescindere da una diversa attuazione del federalismo,che interrompa la duplicazione di funzioni e impedisca lasovrapposizione fra tassazione locale e centrale”.

sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su