Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Imprese: Confcooperative, bene vitalita’ ma uscire da nanismo

colonna Sinistra
Giovedì 11 luglio 2013 - 15:47

Imprese: Confcooperative, bene vitalita’ ma uscire da nanismo

(ASCA) – Roma, 11 lug – ”Se da un lato e’ positiva lavitalita’ e la dinamicita’ che porta alla nascita di molteimprese, dall’altro lato presenta anche dellecontroindicazioni, perche’ 4,5 milioni di imprese, con unacrescita dell’8,4% in dieci anni, e’ un dato che sembraindirizzare sempre piu’ il sistema Italia verso il nanismoimprenditoriale”. Lo dice Maurizio Gardini, presidente diConfcooperative commentando i dati Istat.

”L’Italia ha bisogno di imprese solide, benpatrimonializzate che abbiano maggiore facilita’ nell’accessoal credito – continua Gardini – che perseguano politiche dicrescita dimensionale, di aggregazione e di innovazione perpolitiche di sviluppo che rappresentano paradigmi obbligatiper resistere alla crisi e affrontare al meglio le sfidedell’economia globalizzata. E’ un obiettivo che devono porsile imprese, adeguatamente supportate dallo Stato e dalleIstituzioni dal punto di vista normativo”. ”Resta poi un ultimo step – conclude Gardini – per chiriesca ad attrezzarsi a sufficienza sono le vie dell’export edell’internazionalizzazione che in momenti di stagnazione deiconsumi sui mercati interni consente di trovare sbocchiall’estero”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su