Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eni: annuncia progetto ristrutturazione e rilancio Raffineria di Gela

colonna Sinistra
Martedì 9 luglio 2013 - 19:35

Eni: annuncia progetto ristrutturazione e rilancio Raffineria di Gela

(ASCA) – Roma, 9 lug – Eni ha incontrato oggi le IstituzioniNazionali e Territoriali, assieme alle OrganizzazioniSindacali, per annunciare il progetto di ristrutturazione erilancio della Raffineria di Gela il cui obiettivo e’ quellodi dare vita ad una nuova raffineria capace di affrontare lesfide di un mercato competitivo ed in continua evoluzione,economicamente solida, ancora piu’ eco-compatibile ed attentaal territorio.

L’industria della raffinazione in Europa, e in particolarenell’area mediterranea – si legge in una nota -, sta vivendouna crisi strutturale. Il crollo della domanda di prodottipetroliferi ha contribuito a creare un eccesso di capacita’di circa 100 milioni di tonnellate annue, pari a 1,5 voltel’intero consumo annuo italiano. Cio’ ha determinato unavariazione nei tassi di utilizzo delle raffinerie dal 95% nelperiodo 2005-2008 al 70% attuale e contestualmente unacontrazione dei margini di raffinazione con conseguentiperdite significative nel settore.

Eni, a differenza delle altre societa’ petrolifere europeeche stanno chiudendo le loro raffinerie in Europa (15 dal2008) per investire in Asia e in Medio Oriente, ha deciso diaffrontare la difficile congiuntura economica del settoresenza delocalizzare, bensi’ investendo nel riassetto dei sitiitaliani in crisi. Dal 2009 ad oggi l’attivita’ di raffinazione a Gela haaccumulato forti perdite, pari a circa 1/3 delle perditedell’intero sistema di raffinazione Eni. Il progetto diristrutturazione e di rilancio, per il quale e’ previsto uninvestimento di circa 700 milioni di euro, mira a recuperaresostenibilita’ economica attraverso il superamento delledebolezze strutturali del sito. A regime, nel 2017, grazie adun nuovo assetto industriale ed organizzativo, la raffineriadi Gela sara’ capace di generare utili con produzioni piu’adeguate alle esigenze di mercato (massimizzazione dellaproduzione di diesel e interruzione della produzione dibenzine e polietilene) recuperando nel contempoaffidabilita’, flessibilita’ ed efficienza operativa.

Il piano di rilancio della raffineria verra’ realizzatogarantendo la valorizzazione delle professionalita’ presentisu Gela, sia in ambito locale sia all’interno dei businessEni. Verranno altresi’ utilizzati strumenti diammortizzazione sociale su base volontaria, finalizzati adassicurare l’accompagnamento alla pensione del personale chene abbia i requisiti. Lo sviluppo del piano, inoltre, nonrichiedera’ l’utilizzo della cassa integrazione.

La Raffineria di Gela proseguira’ nell’adeguamento e nelpotenziamento dei propri impianti al fine di migliorareulteriormente la sostenibilita’ e accrescere la tuteladell’ambiente assicurando una riduzione delle emissioni,anche oltre le piu’ recenti prescrizioni AIA (AutorizzazioneIntegrata Ambientale).

Eni crede nella creazione del vantaggio competitivoattraverso la ricerca e l’innovazione tecnologica. Ilprogetto di rilancio fara’ del sito di Gela un polotecnologico. Presso la raffineria verranno realizzati nuoviimpianti tecnologicamente avanzati (hydrocracking di ultimagenerazione), sara’ utilizzato il nuovo catalizzatore T-Sand(brevettato da eni) per la produzione di gasoli di elevataqualita’, verra’ realizzato il primo sistema Eni ”zerowaste” per la produzione di energia da rifiutiindustriali.

Infine, proseguira’ l’attivita’ di ricerca e sviluppo per laproduzione di biocarburanti di terza generazione dallealghe.

Eni, consapevole del proprio ruolo di volano di sviluppo,vuole fare del territorio di Gela il piu’ importante polo diformazione della societa’ per il Sud Italia, un centro dieccellenza in materia di sicurezza sul lavoro e antincendio.

La Raffineria di Gela, inoltre, mettera’ a disposizione ilproprio know-how e le proprie strutture per agevolarel’insediamento all’interno del sito industriale di attivita’promosse da terzi nel campo dell’innovazione tecnologica edella sostenibilita’ ambientale.

Gli investimenti programmati per la raffineria di Gelafanno seguito alla gia’ annunciata trasformazione dellaraffineria di Venezia in impianto per la produzione dibio-carburanti attraverso la tecnologia proprietaria”ecofining”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su