Header Top
Logo
Mercoledì 18 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eurogruppo: aiuti ‘condizionati’ per 2,5 mld a Grecia. Fmi, 4 priorita’

colonna Sinistra
Lunedì 8 luglio 2013 - 20:54

Eurogruppo: aiuti ‘condizionati’ per 2,5 mld a Grecia. Fmi, 4 priorita’

(ASCA) – Bruxelles, 8 lug – Tre miliardi di euro per laGrecia (2,5 a luglio e il resto a ottobre), accordo asostenere l’ingresso della Lettonia nell’Euro, presa visionedella sostenibilita’ del sistema bancaria spagnolo: questi irisultati principali della riunione dell’Eurogruppo, l’ultimoprima della pausa estiva. La Grecia ricevera’ a luglio 2,5 miliardi di euro – duedei quali dalle banche centrali dei paesi dell’Eurozona emezzo miliardi dal Fondo monetario internazionale – a pattoche ”metta in opera le azioni programmate entro il 19luglio”, ha sottolineato il presidente dell’Eurogruppo,Jeroen Dijsselbloem. La divisione degli aiuti ad Atene in sotto-tranche (intotale Atene dovra’ beneficiare di 8 miliardi di euro, masolo 2,5 ne vengono mobilitati) e’ legata al’operato delgoverno ellenico. ”In molte aree dobbiamo riscontrare misurepiu’ decise per accelerare la ripresa”, ha messo in chiaroOlli Rehn, commissario europeo per gli Affari economici emonetari. In particolare alla Grecia si chiede di procederealla riforma fiscale e del settore pubblico e di procederecon le liberalizzazioni ”aprendo il mercato di beni eservizi”, ha precisato Rehn. Se risultati sensibili sarannocompiuti in questo senso a ottobre la Grecia ricevera’ altromezzo miliardo dal Fondo monetario internazionale (portandocosi’ l’assistenza finanziaria a tre miliardi).

L’Eurozona da’ inoltre il benvenuto al diciottesimomembro: sostenuto l’ingresso della Lettonia tra i paesi conla moneta unica. ”Domani l’Ecofin approvera’ formalmente ladecisione”, ha annunciato Dijsselbloem. Cio’ significa che”fino a fine anno il ministro lettone partecipera’ alleriunioni in qualita’ di uditore e dall’1 gennaio come membroa pieno titolo”.

L’Eurogruppo ha poi affrontato le questioni di Cipro,Spagna e Slovenia. Di Cipro ”si tornera’ a parlare asettembre a Vilnius” ha chiarito il presidentedell’Eurogruppo in riferimento alle riunioni informali che siterranno in Lettonia a meta’ mese (Ecofin il 13 e 14settembre), paese con la presidenza di turno del ConsiglioUe. In quell’occasione si vedra’ se sara’ possibile erogarela nuova tranche di aiuti per l’isola. Per la Spagna si e’preso atto degli sforzi compiuti per risanare il settorebancario. ”Abbiamo invitato le autorita’ spagnole amantenere il buon ritmo di risultati”, ha dettoDijsselbloem. Alla Slovenia, infine, si e’ chiesto di”adottare misure efficaci per ridurre il suo deficiteccessivo entro ottobre”.

L’Eurogruppo di oggi ha visto quindi il Fondo monetariointernazionale consegnare ai ministri dell’Economia e delleFinanze dei paesi dell’Euro le proprie conclusioni. Peruscire dalla crisi il direttore generale del Fondo, ChristineLagarde, ha individuato quattro priorita’: risanare i bilancidella banche (includendo la possibilita’ per il fondosalva-stati permanente Esm di ricapitalizzarle direttamente),completare l’unione bancaria, sostenere la domanda,continuare con il consolidamento dei bilanci e le riformestrutturali. In questo ”la Bce puo’ intervenire conulteriori misure”, ha suggerito Lagarde, ammettendo che ”cipiace il pacchetto annunciato la scorsa settimana” da MarioDraghi, presidente della Bce. Per i paesi dell’Eurozona, harilevato Lagarde, ”la crescita e’ ancora lontana el’incertezza e’ elevata”, ma per il direttore generale delFmi le quattro priorita’ ”combinate in sinergia potrannoaiutare la zona Euro”.

bne/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su