Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Generali: taglio costi energia nel bilancio di sostenibilita’

colonna Sinistra
Giovedì 4 luglio 2013 - 18:39

Generali: taglio costi energia nel bilancio di sostenibilita’

(ASCA) – Roma, 4 lug – Si rafforza l’impegno del GruppoGenerali in ambito ambientale e sociale. Nel 2012 sonoulteriormente diminuiti i consumi di energia elettrica, cheper l’80% proviene oggi da fonti rinnovabili. A questoimpegno si aggiunge quello a favore della comunita’, conl’adozione di nuovi strumenti – la Carta degli impegni disostenibilita’ e il Codice di Condotta – per intervenireefficacemente e con sempre maggiore trasparenza verso tuttigli stakeholder. E’ quanto emerge dal Bilancio diSostenibilita’ del Gruppo.

Il bilancio 2012 chiude un triennio che ha impegnatoGenerali nel raggiungimento di target ambientali, orarilanciati in maniera ancora piu’ sfidante nel Programmaambientale di Gruppo 2013-2015. Tra gli obiettivi,l’ulteriore riduzione pro capite del 5% del consumo dienergia, acqua e carta e la volonta’ di raggiungere, perquest’ultima voce, l’utilizzo del 95%di carta ecologica.

L’eco-sostenibilita’ e’ un imperativo anche nella gestionedel patrimonio immobiliare, con numerosi immobili certificatiLEED (Leadership in Energy and Environmental Design) einterventi finalizzati a eliminare gli impianti piu’inquinanti.

L’azione di Generali nell’ambito della CSR e’ testimoniataanche dall’adozione, nel 2012, della Carta degli impegni diSostenibilita’ che estende ora l’approccio gestionale perobiettivi, gia’ adottato per l’ambiente, anche alle tematichesociali attraverso l’assistenza e l’integrazione dei piu’deboli e svantaggiati, l’educazione civica, la ricerca e laformazione.

A cio’ si aggiunge il recente Codice di Condotta chedefinisce le norme di comportamento che i dipendenti e iterzi che agiscono per conto del Gruppo devono osservare.

L’obiettivo e’ promuovere le diversita’ in un’ottica diinclusione e trasparenza nella comunicazione verso tutti glistakeolder.

Grazie ai risultati raggiunti nell’ambito della CorporateSocial Responsibility il Gruppo e’ entrato nel 2012 in nuoviindici etici ed e’ ora presente nei piu’ importanti, qualiASPI Advanced Sustainable Performance Indices Eurozone, ECPIEthical Indices, FTSE ECPI Italia SRI Index Series,FTSE4Good, Stoxx Sustainability Indices e EthibelSustainability Indices.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su