Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Confindustria Padova, in 5 anni sottratti 2,8 mld di Pil

colonna Sinistra
Giovedì 4 luglio 2013 - 13:50

Crisi: Confindustria Padova, in 5 anni sottratti 2,8 mld di Pil

(ASCA) – Padova, 4 lug – Domani pomeriggio, con il ministrodello sviluppo economico Flavio Zanonato, il presidente diConfindustria Giorgio Squinzi ed il governatore della RegioneVeneto, Luca Zaia, si terra’ l’assemblea dell’associazioneindustriali di Padova.

L’industria padovana conta i danni della crisi e al di la’ diqualche segno di vitalita’ – come l’export – non scorgeindicazioni di svolta, almeno nel breve. E’ quanto si leggein una nota di Confindustria Padova. In cinque anni la crisiha sottratto a Padova 2,8 miliardi di euro di PIL; nel 2013la flessione proseguira’ (-1,1%: Unioncamere-Prometeia). Dopoil parziale recupero nel biennio precedente, il 2012 haregistrato una caduta dell’attivita’ produttiva (-5,3%) e delfatturato (-5,1%). La debolezza prosegue nel 2013: a marzo ladistanza dal picco di attivita’ pre-crisi (aprile 2008) siattesta ancora al 24%. Piu’ intonata la performance delleesportazioni che nel 2012 crescono del +4,4% (8,6 miliardi,sopra i valori pre-crisi), nonostante la recessione inEuropa.

Nel primo trimestre 2013 la produzione e’ in calo tendenzialedel -5,0%, il fatturato del -4,3%. L’evoluzione degliordinativi interni e’ negativa (-3,2%), non va oltre latenuta all’estero (+0,4%). Prosegue il traino dell’export, avelocita’ piu’ contenuta (+1,8%), ma superiore a Veneto(+0,2%) e Italia (-0,7%). L’occupazione scende dell’1,9%(+0,2% nel 2012) per effetto del calo dei livelli produttivie del progressivo esaurimento della CIG. Nel 2012 la CIGnell’industria (manifatturiero e costruzioni), con 14 milioni500 ore, e’ aumentata del +14,8%. Nei primi cinque mesi del2013 l’aumento e’ del +41,5% (6 milioni 900mila ore). Nel2012 il tasso di disoccupazione e’ salito al 6,4% (dal 5,3).

Quella giovanile sale al 20,7%.

La selettivita’ e il costo del credito sono stringenti: amarzo 2013 i prestiti alle imprese sono diminuiti del -7,6%(Italia -5,8%). Una condizione che complica la liquidita’aziendale, anche a causa dei ritardati pagamenti. Leprospettive permangono incerte, non si scorgono segnali diripresa a breve.

I primati di Padova. Padova e’ la prima provincia nel NordEst, e la nona in Italia, per numero di imprese operative(92.040), prima in Veneto e decima in Italia per redditoprodotto (25,1 miliardi di euro). E’ prima in Veneto (nona inItalia) per totale occupati, terza in Veneto (nona in Italia)per occupati nel manifatturiero. E’ al primo posto nellaregione (sesta in Italia) per brevetti depositati nel 2012(1.979). Con 32 start up innovative registrate nei primicinque mesi del 2013, e’ al sesto posto in Italia (dopoMilano, Torino, Roma, Bologna, Trento).

fdm/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su