Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Auto: Unrae, in sei mesi perso 1,6 mld di fatturato

colonna Sinistra
Lunedì 1 luglio 2013 - 18:23

Auto: Unrae, in sei mesi perso 1,6 mld di fatturato

(ASCA) – Roma, 1 lug – In crisi da 37 mesi, il mercatodell’auto sembra pero’ rallentare in giugno la sua caduta. Idati del mese comunicati oggi dal Ministero delleInfrastrutture e dei Trasporti parlano, infatti, di un calodel 5,5% e 122.008 auto vendute. Il risultato e’ statoraggiunto con un giorno lavorativo in meno, ma considerandoanche che il giugno 2012 aveva gia’ sofferto di un pesante-24% rispetto all’anno precedente.

Il primo semestre 2013 chiude cosi’ con 731.203 autoimmatricolate, il -10,3% rispetto alle 815.213 dell’annoprecedente e una perdita in volume di 84.000 unita’.

”In questi primi sei mesi dell’anno – ha commentato MassimoNordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Caseautomobilistiche estere – dal solo settore auto si sono persialtri 270 milioni di euro di IVA e 1,6 miliardi di fatturatorispetto ai valori dello scorso anno, accelerando cosi’l’involuzione del contributo del settore al PIL e allaproduzione di gettito fiscale”.

”Inoltre, i recenti provvedimenti adottati dal Governonon sembrano determinare un effettivo miglioramento del climadi fiducia, mantenendo invece incertezza su famiglie edimprese sulla fine dell’anno, per via degli annunciati rinviidi IVA ed IMU. Se a questo aggiungiamo che i provvedimenti adoggi proposti dal nuovo Esecutivo non contengono ancoramisure decisive a favore della riduzione del carico fiscale edell’allentamento della stretta creditizia, vediamo condifficolta’ la possibilita’ nei prossimi mesi di riuscire adinvertire il trend che ci caratterizza dall’aprile 2010”.

Anche dalla raccolta dei contratti – inoltre – emergono,secondo un primo scambio di informazioni fra UNRAE ed ANFIA,segnali piu’ positivi, pur se il confronto e’ fatto con un2012 fortemente critico. Gli ordini di giugno hannoevidenziato, infatti, una crescita di quasi il 7% a oltre110.000 contratti. Il cumulato gennaio-giugno rimane,comunque, in passivo di quasi l’8% a circa 701.500 unita’complessive.

red/did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su