Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Auto: Anfia, piccola attenuazione calo a giugno ma ‘parco’ invecchia

colonna Sinistra
Lunedì 1 luglio 2013 - 18:29

Auto: Anfia, piccola attenuazione calo a giugno ma ‘parco’ invecchia

(ASCA) – Roma, 1 lug – Secondo i dati pubblicati oggi dalMinistero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a giugno ilmercato italiano dell’auto totalizza 122.008immatricolazioni, il 5,5% in meno rispetto a giugno 2012(129.118 unita’). Nel primo semestre dell’anno, i volumicomplessivi ammontano a 731.203 unita’, con una contrazionedel 10,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno(815.213 unita’).

”La piccola attenuazione del calo di mercato nel meseconsegue all’andamento positivo della raccolta ordini adaprile (+6%) e a maggio (+4,2%) – ha commentato RobertoVavassori, Presidente di ANFIA. Intanto, pero’, il prolungatostallo della domanda alimenta l’invecchiamento del parcocircolante italiano: dal 2000 al 2012 la quota delleautovetture con piu’ di 10 anni e’ passata dal 38% al 44%,mentre il 54% del parco autovetture appartiene alle classiEuro 0,1,2,3. Nel 2012, inoltre, per la prima volta il parcoautovetture ha registrato un decremento rispetto all’annoprima”.

”Le formule per far ripartire le vendite esistono e sonoapplicabili da subito – ha proseguito Vavassori – a partiredagli interventi a favore di una fiscalita’ piu’ equa:eliminazione del superbollo e rimodulazione dell’IPT,trattamento fiscale delle auto aziendali in linea con glialtri maggiori Paesi europei, riduzione dei prezzi deicarburanti – attraverso la diminuzione, anziche’ i troppofrequenti rialzi, come quello ipotizzato di recente – delleaccise. Sul fronte delle politiche industriali, le nostreproposte si concentrano sull’attivazione di strumenti ingrado di aumentare la produzione di autoveicoli nel nostroPaese, di favorire gli investimenti in R&D e di supportarel’export delle aziende italiane, nella logica di promuovereuna legislazione veramente competitiva per il comparto.

Entreremo nel dettaglio delle misure – ha concluso ilPresidente – in un prossimo incontro con il Ministero delloSviluppo Economico”.

Le marche nazionali, nel complesso, totalizzano nel mese33.585 immatricolazioni (-15,3%). Nei primi sei mesidell’anno, i volumi immatricolati si attestano a 213.731unita’ (-11,5%).

I marchi di Fiat Group Automobiles (escludendo Ferrari eMaserati) totalizzano 33.504 immatricolazioni nel mese(-15,2%).

Risultati positivi a giugno per Ferrari (+16,7%) e Maserati(+33,3%), mentre Lamborghini rimane stabile sui livelli di unanno fa.

Nei primi sei mesi del 2013 le immatricolazioni dei marchi diFiat Group Automobiles (escludendo Ferrari e Maserati)ammontano a 213.152 unita’ (-11,4%).

Anche nel progressivo da inizio anno, andamento positivo perMaserati (+59,7%) e per Lamborghini (+7,1%).Quattro i modelliitaliani che conducono la classifica delle auto piu’ vendutea giugno, mantenendo le stesse posizioni del mese precedente:Fiat Panda (8.200 unita’) e Fiat Punto (6.367) ai primi dueposti, seguite da Fiat 500 (4.927) e Lancia Ypsilon (3.947).

Ancora tre i modelli italiani nella top ten diesel, chevede Fiat 500L in seconda posizione (2.026 unita’), seguita,al sesto posto, da Fiat Panda (1.624), che avanza di unaposizione rispetto al mese di maggio. All’ottavo postotroviamo, infine, Fiat Punto (1.489 unita’).

Riporta un calo, dopo la crescita a due cifre dello scorsomese, il mercato dell’usato, che totalizza a giugno 322.102trasferimenti di proprieta’ al lordo delle minivolture aconcessionari (-3,3%). Nei primi sei mesi del 2013, i volumicomplessivi ammontano a 2.139.671 trasferimenti di proprieta’al lordo delle minivolture a concessionari, con unavariazione positiva dello 0,9% rispetto a gennaio-giugno2012.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su