Header Top
Logo
Martedì 17 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Media: editori chiedono a Commissione Ue di procedere contro Google

colonna Sinistra
Sabato 29 giugno 2013 - 15:10

Media: editori chiedono a Commissione Ue di procedere contro Google

(ASCA) – Roma, 29 giu – Centinaia di editori europei digiornali e le loro associazioni di categoria chiedono alVicepresidente della Commissione europea Joaquin Almunia dirigettare le proposte di Impegni presentate da Google inquanto non idonee a ristabilire condizioni di effettivaconcorrenza nei servizi di ricerca e nella pubblicita’ adessi associata.

Con una azione congiunta di coordinamento e di collaborazionesenza precedenti, centinaia dei maggiori editori europei digiornali quotidiani e periodici e le loro associazioni dicategoria a livello europeo e nazionale hanno predisposto undocumento comune che evidenzia i limiti e le criticita’ degliImpegni proposti da Google, chiedendone l’immediato rigetto eribadendo la necessita’ dell’adozione di uno Statement ofObjections, passo necessario per il proseguimentodell’indagine europea. Ne da’ notizia la news letterMediaDuemila in corso di distribuzione.

Lo scorso 25 aprile 2013, Google ha presentato una serie diremedies che la Commissione europea ha sottoposto al c.d.

market test, vale a dire alla valutazione e alla raccolta diosservazioni e commenti da parte dei soggetti interessati. Iricorrenti e le parti interessate sono stati invitati dallaCommissione a partecipare entro il 27 giugno, con l’invio diosservazioni alle proposte di Google.

Le associazioni tedesche degli editori di quotidiani (BDZV) edi periodici (VOZ) – con il supporto delle associazionieuropee di categoria (ENPA, EMMA, EPC ed OPA) e di 18associazioni nazionali (tra cui, per l’Italia, la FIEG) -hanno inviato al Vice Presidente della Commissione europea eCommissario UE per la Concorrenza, Joaquin Almunia, undocumento in cui viene evidenziato il punto di vista deglieditori europei sulle proposte presentate da Google al finedi bloccare la procedura di abuso di posizione dominanteaperta in sede UE.

”Esprimo apprezzamento per lo spirito di collaborazione tragli editori europei e fiducia nel sollecito intervento delleistituzioni europee”: cosi’ Giulio Anselmi, Presidente dellaFIEG, che e’ tra i firmatari della posizione congiunta, hacommentato la presentazione del documento comune deglieditori europei, che rappresenta anche la posizione deglieditori italiani di quotidiani e periodici. ”Se Google nonpresentera’ al piu’ presto proposte sostanzialmentemigliorative, gli editori europei chiedono che la Commissioneutilizzi tutti i poteri legali, compreso un immediatoStatement of Objections che preveda rimedi efficaci. Unaricerca equa e non discriminatoria realizzata con criteriimparziali nei confronti di tutti i siti web e’ prerequisitoessenziale per lo sviluppo dei media e delle tecnologie alivello europeo”.

Helmut Heinen, Presidente della Federazione tedesca deglieditori di giornali (BDZV), che e’ tra i ricorrentidell’indagine antitrust europea, sottolinea: ”Come minimo,Google deve sottoporre tutti i servizi, inclusi i propri,agli stessi criteri, utilizzando esattamente gli stessimeccanismi di analisi, indicizzazione, ordinamento e glistessi algoritmi di presentazione. Google, senza consensopreventivo, non deve usare contenuti di terze parti al di la’di cio’ che e’ veramente indispensabile per la navigazionenella ricerca orizzontale”.

http://www.mediaduemila.it/?p=1372ram/sam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su