Header Top
Logo
Mercoledì 26 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bankitalia: Signorini, riforme strutturali per rilancio paese (1Upd)

colonna Sinistra
Martedì 25 giugno 2013 - 16:06

Bankitalia: Signorini, riforme strutturali per rilancio paese (1Upd)

(ASCA) – Roma, 25 giu – ”La realizzazione di riformestrutturali che consentano un recupero di competitivita’ e’un passaggio essenziale per il rilancio del nostro Paese. Gliinterventi da attuare sono stati da tempo individuati. Ilprocesso di coordinamento europeo potrebbe contribuire adefinirne meglio i dettagli, ma la responsabilita’ ultimadelle riforme restera’ nazionale; dipendera’ da noi sapervidare attuazione concrete”.Lo ha detto il vice direttoregenerale della Banca d’Italia Luigi Federico Signorini, nelcorso di una audizione alla Camera dei Deputati, in meritoalle ‘Comunicazioni’ della Commissione al Parlamento europeoe al Consiglio sulla creazione di uno strumento diconvergenza e di competitivita’ e sul coordinamento ex antedelle grandi riforme di politica economica.

‘Il nostro Paese sara’ verosimilmente tra i principalicontribuenti allo strumento di convergenza e dicompetitivita’. L’entita’ dell’impegno finanziario resta daprecisare. A titolo esemplificativo, per un fondo dell’ordinedi 25 miliardi, la meta’ dell’importo medio annuo dei fondistrutturali nel periodo 2007-2013, il contributo dell’Italiapotrebbe ammontare a circa 4 miliardi.

Oltre a contribuire dovremo essere in grado di utilizzarequei fondi”. Signorini ha sottolineato che ”tra gliobiettivi del processo di riforma della governance economicaeuropea, avviato nella primavera del 2010 in rispostaall’emergere di tensioni finanziarie sui mercati del debitosovrano europei, vi e’ quello di accrescere l’efficacia ditale coordinamento”. E’ stata rafforzata – ha concluso – ”la sorveglianza multilaterale sulle politiche di bilancio eintrodotta quella sugli squilibri macroeconomici1, sono staticostituiti meccanismi per la gestione delle crisi nazionali estrumenti per prestare sostegno finanziario ai paesi indifficolta’2, e’ stato introdotto il cosiddetto semestreeuropeo”.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su