Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Iva: Giampaolino (Corte Conti), imposta principe dell’evasione

colonna Sinistra
Mercoledì 19 giugno 2013 - 16:38

Iva: Giampaolino (Corte Conti), imposta principe dell’evasione

(ASCA) – Roma, 19 giu – IVA sotto accusa nell’audizioneinformale che il presidente della Corte dei Conti, LuigiGiampaolino, ha tenuto alle Commissioni Bilancio e Finanzedella Camera sull’evasione fiscale.

Giampaolino ha citato dati dell’Agenzia delle Entrate chehanno quantificato in 250 miliardi la sottrazione di baseimponibile e in 46 miliardi il mancato gettito dell’imposta,che ”dovrebbe avviare l’insieme dei rapporti tributari chesi instaurano tra Stato e cittadini”. L’evasione IVA, haspiegato, si traduce in riduzione dell’imponibile IRAP,dell’IRPEF, dell’IRES, delle imposte locali e dell’imponibilecontributivo. ”E’ proprio nell’IVA che si ritrovano iprincipali fattori di rischio nel funzionamento del sistematributario italiano”. Quanto ad efficienza del sistema IVA, l’Italia si collocaal quartultimo posto fra i 33 Paesi dell’OCSE, con undeterioramento (-0,08%) nell’ultimo decennio, in nettacontrotendenza rispetto al livello medio (+0,2%).

Giampaolino ha suggerito di agire in tre ambiti:reintrodurre ”periodiche” dichiarazioni IVA, allo scopo dinon privare l’amministrazione finanziaria di ”un momento dicontrollo che consentirebbe di cogliere in tempi brevifenomeni”, come il credito di imposta, che non di radosottintendono ”patologie evasive”; maggiori controlli sullacompensazione fra crediti e debiti; il contrastoall’appropriazione fraudolente dell’imposta nei passaggiintermedi.

red/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su