Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Giochi: una scheda per le nuove slot contro gioco minorile

colonna Sinistra
Mercoledì 19 giugno 2013 - 19:04

Giochi: una scheda per le nuove slot contro gioco minorile

(ASCA) – Roma, 19 giu – Sara’ necessaria una scheda appositadotata di codice a barre – una vera e propria tessera delgiocatore – per poter giocare a una slot di ultimagenerazione. La scheda – informa Agimeg – servira’ aidentificare l’eta’ del giocatore, e a evitare quindi che aeffettuare partite siano dei minori. E’ una delle previsionicontenute nelle Regole Tecniche di produzione e verifica perle slot di ultima generazione che i Monopoli di Stato hannoappena pubblicato. Le modalita’ per ottenere la scheda non sono ancora statedefinite, verranno probabilmente specificate nelledisposizioni attuative che le stesse Regole Tecnichepreannunciano. La scheda non e’ l’unico presidio a tutela delgiocatore, le nuove macchine infatti consentiranno di fissarelimiti di posta e di tempo massimo. I giochi oltre all’elemento aleatorio, devono contenereelementi di abilita’, e all’avvio o nel corso della partitadevono consentire al giocatore di scegliere la propriastrategia selezionando l’opzione considerata piu’ favorevole.

Resta il divieto di riprodurre giochi simili al poker, lavincita massima resta di 100 euro, le macchine dovrannorestituire come premi il 74% delle giocate, calcolato su unciclo di 140mila partite. Si possono inserire solo monete -il costo della partita resta di un euro – e le macchinedevono essere in grado di restituire il resto.

Qualora non contengano denaro sufficiente a pagare levincite, devono restituire la posta. Ampio spazio nelleRegole Tecniche, anche agli stratagemmi studiate per impedirela manomissione delle macchine. Per accedere al cuore dellemacchine si devono sbloccare delle serrature elettriche,attraverso un segnale cifrato che verra’ inviato da remotosolo una volta identificato il soggetto che deveintervenire.

Anche le persone incaricate della manutenzione sarannoinfatti ”schedate” e identificati – attraverso apparecchiche non necessariamente devono essere istallati sullamacchina – grazie a un certificato digitale emesso secondogli standard internazionali fissati dalla DigitPa. Ciascunapparecchio dovra’ essere dotato di un registro su cuiannotare gli interventi di manutenzione effettuati, elencandotipo di intervento, data, estremi del soggetto che hariparato il guasto.

Le macchine devono essere dotate di dispositivi chegarantiscono l’inalterabilita’ dei contatori e la nonmodificabilita’ delle caratteristiche tecniche. Le schede digioco – su cui e’ istallato il dispositivo di controllodell’Aams – devono essere alloggiate in dei contenitoritrasparenti dotati di sigilli anti-effrazione. red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su