Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Confesercenti: Ugl, ascoltare grido d’allarme pmi

colonna Sinistra
Mercoledì 19 giugno 2013 - 19:06

Confesercenti: Ugl, ascoltare grido d’allarme pmi

(ASCA) – Roma, 19 giu – ”Condividiamo le preoccupazioni e lerichieste emerse oggi all’assemblea di Confesercenti: si devefare il possibile affinche’ le piccole e medie imprese, ilvero tessuto economico del nostro Paese, tornino a produrre egarantire occupazione”. Lo dichiara il segretarioconfederale dell’Ugl, Cristina Ricci, al terminedell’assemblea di oggi, aggiungendo che ”l’auspicio e’ chele richieste del Presidente di Confesercenti, Marco Venturi,vengano ascoltate e recepite al piu’ presto, a partiredall’accelerazione del pagamento dei debiti della pubblicaamministrazione nei confronti delle imprese, per continuarecon politiche fiscali non penalizzanti, passando per unmiglioramento dell’accesso al credito per le pmi: solo cosi’si potra’ provvedere alla tenuta del nostro sistemaindustriale, e frenare l’emorragia di posti di lavoro”.

”Serve inoltre – aggiunge la sindacalista – una maggiorelotta all’evasione che passi dal contrasto dell’illegalita’ edel sommerso, e da un abbassamento delle commissioni suipagamenti con carta di credito, che sono piu’ facilmentetracciabili. Ma la vera urgenza, e lo ribadiamo da tempo -conclude – e’ quella di provvedere a una riforma fiscale diampio respiro che possa servire a un vero rilancio economicoe industriale del Paese, e che sia utile a restituire potered’acquisto ai salari, rimettendo in moto la ripresa deiconsumi interni. Per questo accogliamo positivamente ledichiarazioni del ministro Giovannini sull’ipotesi diriduzione degli oneri sociali per le nuove assunzioni, equelle del ministro Zanonato sulla necessita’ di mettere incampo misure a tutela della coesione sociale del Paese”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su