Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Inps, cala Cig a maggio (-15,4%) su crollo cassa in deroga (-52%)

colonna Sinistra
Venerdì 14 giugno 2013 - 14:32

Crisi: Inps, cala Cig a maggio (-15,4%) su crollo cassa in deroga (-52%)

(ASCA) – Roma, 14 giu – Deciso calo a maggio delle ore dicassa integrazione autorizzate sulla scia del tonfo dellacassa in deroga, che segna un -52% per le difficolta difinanziamento dello strumento. Lo scorso mese, rileva l’Inps,sono state autorizzate complessivamente 89,3 milioni di oredi cassa integrazione guadagni (CIG). Rispetto al mese dimaggio 2012, nel quale furono autorizzate 105,5 milioni diore, si registra un calo pari a -15,4%. La diminuzione, spiega l’Istituto, e’ determinata, inparte, anche da un’inversione di tendenza degli interventiordinari (CIGO) che dopo 5 mesi di crescita mensile costante,fanno registrare, rispetto al mese precedente, unadiminuzione stagionale (dai 35,7 milioni di ore di aprile2013 si passa ai 33 milioni di maggio). Rispetto al mese dimaggio 2012, quando le ore autorizzate erano state 34,6milioni, si evidenzia un calo del -4,8%.

D’altro segno si presenta l’andamento degli interventistraordinari (CIGS). Le ore di CIGS autorizzate a maggio 2013(40,0 milioni), fanno registrare un aumento sia rispetto almese di aprile 2013 (31,9 milioni) sia rispetto al mese dimaggio 2012 (36,9 milioni di ore autorizzate, +8,4%).

Molto accentuata si presenta la diminuzione degliinterventi in deroga (CIGD). Nel mese di maggio le oreautorizzate di CIGD sono state 16,3 milioni, in calo siarispetto al mese di aprile 2013, quando le ore autorizzateerano state 32,3 milioni, sia nel confronto con il mese dimaggio 2012, quando le ore autorizzate erano state 34,0milioni (-52%).

”L’analisi dei dati relativi all’andamento della CIG e’influenzato dell’andamento della cassa integrazione inderoga, il cui forte calo e’ dovuto sostanzialmente ai notiproblemi di finanziamento dello strumento.- commenta ilpresidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – Dal punto divista dei numeri, il dato relativo alla CIGD finisce perinfluenzare in maniera sostanziale il dato complessivo dellacassa integrazione: se si escludesse la CIGD ci troveremmo aconfrontare i 73 milioni di ore autorizzate fra CIGO e CIGSnel maggio 2013 con i 71,5 milioni di ore autorizzate nelmaggio 2012. Il diminuito ricorso alla cassa integrazioneordinaria nel mese di maggio appena trascorso e’ fortemente enegativamente controbilanciato dalle ancora massiccerichieste di cassa integrazione straordinaria”.

com-rec/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su