Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fiat: Marchionne, in 3-4 anni pieno impiego lavoratori (1 Upd)

colonna Sinistra
Giovedì 13 giugno 2013 - 15:14

Fiat: Marchionne, in 3-4 anni pieno impiego lavoratori (1 Upd)

(ASCA) – Firenze, 13 giu – Il piano di riorganizzazione deglistabilimenti di Fiat prevede ”in tre-quattro anni il pienoimpiego dei lavoratori”. Lo ha detto l’Ad SergioMarchionne intervenendo all’assemblea di ConfindustriaFirenze. Marchionne ha ricordato che ”stiamo usando la forza chequesta azienda ha al di fuori dell’Italia per aiutare aricostruire un ambiente competitivo, moderno e tecnologico”.

La strategia e’ quella di ”toglierci dalla mischia deimarchi generalisti e andare a competere nella parte alta emeno affollata del mercato” facendo ”degli stabilimentiitaliani una base di produzione dedicata a veicoli destinatiai mercati di tutto il mondo. Si tratta di una strategiacoraggiosa e non priva di rischi. Ma l’abbiamo scelta per ilsenso di responsabilita’ che la Fiat sente verso questoPaese. L’esecuzione del nostro progetto ci permettera’ diottenere, gia’ nei prossimi 24 mesi, un significativo aumentodell’attivita’ produttiva, fino ad arrivare, nel giro ditre-quattro anni, a un pieno impiego di tutti i nostrilavoratori. Ci permettera’ inoltre di risolvere il nostroproblema della sovraccapacita’ produttiva nel mercatogeneralista e di raggiungere finalmente il pareggio, anche inItalia ed in Europa”.

Inoltre, ha assicurato, ”lo stesso impegno che abbiamopreso per i nostri siti siamo disposti a metterlo per avviareun numero limitato di progetti, rivolti soprattutto aigiovani. Per farlo bisogna creare quelle condizioni, anchenormative, per allentare i vincoli sul mondo del lavoro e nonaggravare le imprese di costi strutturali”. Marchionne pensain particolare a ”progetti specifici, per dare a tantiragazzi la possibilita’ non solo di entrare nel mondo dellavoro ma di farlo in un ambiente aperto. globale emulticulturale come quello delle nostre aziende oggi”.

afe/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su