Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cisl/Crisi: Bonanni, situazione a limite collasso. Serve shock fiscale

colonna Sinistra
Mercoledì 12 giugno 2013 - 16:11

Cisl/Crisi: Bonanni, situazione a limite collasso. Serve shock fiscale

(ASCA) – Roma, 12 giu – ”La situazione economica e socialee’ al limite del collasso. Nel 2012 quasi un milione difamiglie hanno vissuto senza alcun reddito. Le disoccupazioneha raggiunto cifre agghiaccianti. La cassa integrazioneviaggia ormai sopra le 100 ore mensili”. Il segretariogenerale della Cisl, Raffaele Bonanni, descrive la difficilesituazione del paese e, nella sua relazione di apertura alXVII congresso del sindacato spiega che ”dobbiamo insistereancora di piu’ nella diffusione dei contratti disolidarieta’, ma dobbiamo trovare anche altre risorse per ilfianziamento degli ammortizzatori in deroga, per gli esodati,i non autosufficienti, i precari della P.A. e della scuola, etantissimi giovani senza lavoro”.

Annunciando che per questo la Cisl sara’ a Piazza SanGiovanni il prossimo sabato 22 giugno insieme a Cgil e Uil”in una manifestazione di protesta ma soprattutto diproposte”, Bonanni spiega che ”l’obiettivo che indichiamoe’ uno shock fiscale finalmente positivo, un taglio fortedelle tasse per rilanciare consumi e investimenti”. Per Bonanni, insomma, ”bisogna confrontarci, discutere,trovare soluzioni insieme. Questa e’ la strada giusta. Ilgoverno non ascolti le sirene mediatiche mosse dai poteriforti che non vogliono ci sia una discussione trasparente,anche sulle cose piu’ piccole, pur di rifuggire un metodo chepotrebbe diventare pericoloso e in grado di intercettare iloro traffici nei sotterranei della Repubblica”.

Per Bonanni, pero’, ”cosi’ come in politica e nelsociale, nessuno coltivi la tentazione di scaricare sullafinanza pubblica il peso delle scelte come e’ accaduto nellastagione del consociativismo definitivamente chiusa”.

Secondo il leader dela Cisl, quindi, ”ora ciascuno deveassumersi le proprie responsabilita’, a tutti i livelli.

Governo centrale, governi locali, imprese, sindacati, banche,financo la magistratura che deve esercitare il proprio ruoloin autonomia con equilibrio e saggezza”.

glr/mau/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su