Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Credito: Agos-Ducato, nel 2012 oltre 1 mld di impieghi in Ue (-1,9%)

colonna Sinistra
Lunedì 10 giugno 2013 - 13:09

Credito: Agos-Ducato, nel 2012 oltre 1 mld di impieghi in Ue (-1,9%)

(ASCA) – Roma, 10 giu – Con un totale di 1,056 miliardi dieuro in impieghi alla fine del 2012, l’Europa rappresentacirca un quarto del mercato totale del credito, anche se ilrisultato mostra una flessione dell’1,9% rispetto all’annoprecedente. Il ricorso ai finanziamenti e’ distribuito inmaniera frammentata, con cinque Paesi – Regno Unito,Germania, Francia, Italia e Spagna – che rappresentano oltreil 76 % del totale (ma il 63% della popolazione europeacomplessiva). Agos Ducato ha pubblicato sul suo sitoistituzionale l’indagine annuale sul mercato del credito aiconsumatori, che ha coinvolto 27 Paesi dell’Unione Europea,rispetto all’andamento del comparto degli ultimi 6 anni. Lostudio e’ stato realizzato dal suo azionista di maggioranzaCre’dit Agricole Consumer Finance, importante societa’ dicredito al consumo francese appartenente al Gruppo Cre’ditAgricole. Le tre macrozone sono cosi’ caratterizzate: Nord Europa,che rappresenta il 58% del totale degli impieghi (ma il 41%della popolazione europea); Sud Europa (inclusa la Francia),con il 35% del totale impieghi (e il 39% della popolazioneeuropea); Est Europa, con il 7% degli impieghi complessivi(pur rappresentando il 20% della popolazione europea).

Nel corso degli ultimi quattro anni, il mercato delcredito ai consumatori in Europa ha subito una contrazionepari all’8.8%. Questo decremento rappresenta un calo pari aoltre 100 miliardi di euro sul totale degli impieghi delmercato in Europa tra la fine del 2008 e la fine del 2012.

Il mercato europeo del credito ai consumatori hacontinuato a decrescere nel 2012, con una contrazione degliimpieghi pari all’ 1.9% rispetto al 2011. Nelle macrozone iltrend negativo e’ stato pari al -4.4% nell’est Europa; -3.2%nel sud Europa, e -0.8% nel nord Europa. Si rilevano,inoltre, differenze tra i singoli mercati. Alcuni registranoun rapido calo di impieghi, come Irlanda (-14.5%), Portogallo(-12.7%), mentre altri si dimostrano piu’ resistenti. Incontrotendenza, 6 dei 27 Paesi europei hanno raggiunto untrend positivo nel 2012: Repubblica Ceca (+ 10,1 %),Finlandia (+3,5 %) , Estonia (+ 1,5 %), Svezia (+ 1,4 %),Germania ( + 0,8 %), e Belgio (+ 0,5 %).

Alla fine del 2012, la media degli impieghi per abitanteeuropeo si e’ attestata a 2,094 di euro, in calo del 2.2%sulle cifre del 2011 pari a 2,141 di euro. Questo calo e’evidente in quasi tutti I Paesi europei. Si registranocomunque marcate differenze all’interno dell’Europa, cheoscillano tra i 186 euro pro capite in Lituania e i 3,984euro in Gran Bretagna.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su