Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Media: Paolo Lutteri nuovo vicepresidente Egta

colonna Sinistra
Sabato 8 giugno 2013 - 13:02

Media: Paolo Lutteri nuovo vicepresidente Egta

(ASCA) – Roma, 8 giu – Paolo Lutteri, dirigente responsabiledel Marketing internazionale di Rai Pubblicita’ e’ il nuovovicepresidente dell’Associazione EGTA, l’Associazione europeadelle concessionarie di pubblicita’ televisiva e radiofonica.

Dopo essere stato rieletto per il biennio 2013/2015 nelComitato Esecutivo dell’Associazione e’ stato nominato per lacarica che aveva gia’ ricoperto dal 2005 al 2011 inrappresentanza di Sipra. Ne da’ notizia la news letterMediaDuemila in corso di distribuzione.

”Non si esce dalla crisi con una dimensione domestica, sene puo’ uscire soltanto con una visione internazionale eccoperche’ credo nell’Egta” con queste parole Paolo Lutteri hacommentato a caldo la sua recente elezione. ”Il mioobiettivo – ha continuato – e’ quello di sostenere lo sforzoche l’EGTA, l’Associazione delle Concessionarie diPubblicita’, sta facendo per affrontare i problemi dellacongiuntura sfavorevole che riguardano gli investimentipubblicitari. Vi e’ bisogno di adeguare i contenuti dellapubblicita’ alle nuove forme e ai nuovi formati utilizzandola tecnologia”. Per il neovicepresidente e’ indispensabile,nell’attuale contesto mediatico, studiare a fondo ilsignificato di multimedialita’ e convergenza digitale ecapire sul mercato quali sono i servizi che la concessionariadi Pubblicita’ puo’ dare alle industrie per sviluppareeconomia. ”Le concessionarie di pubblicita’ hanno duepadroni – chiarisce Paolo Lutteri – il primo e’ ilbroadcast dal quale dipendono perche’ devono finanziarlo,l’altro padrone e’ l’industria che produce beni e servizi eche utilizza le concessionarie di pubblicita’ per lacomunicazione della propria attivita’ industriale. Per questoe’ importante servire bene sia i broadcast che l’industria.

Le sfide che dobbiamo affrontare, quindi, sono quelledell’innovazione tecnologica e della miglior comunicazionedel mondo industriale che fabbrica prodotti e servizi e chedeve comunicarli con grande qualita’ e con grande attenzioneallo sviluppo dei media”. C’e’ oggi in Italia, secondoLutteri, un grande calo degli investimenti pubblicitari nelsettore della stampa e televisione non contrastato da unacrescita degli investimenti su internet. ”Questaassociazione professionale delle concessionarie dipubblicita’ sottolinea allora Lutteri – ha un ruoloimportante perche’ consente di scambiare esperienze allivello internazionale, di conoscere meglio i mercati e dimigliorare la qualita’ dei servizi che rendiamo ai duepadroni, i broadcast e il mondo industriale” L’EGTA, consede permanente a Bruxelles, e’ attualmente composta da 127Associati, concessionarie di pubblicita’ in 39 Paesi, cheraccolgono complessivamente investimenti pubblicitari percirca 50 miliardi di euro su televisione e radio, pari agliinvestimenti pubblicitari in televisione negli Stati Uniti.

Sono oltre 2000 i professionisti europei della pubblicita’regolarmente in contatto con le attivita’ dell’Associazioneche fornisce servizi di informazione, documentazione,formazione, advocacy e networking.

http://www.mediaduemila.it/?p=13278m2/ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su