Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Consumi: Confcommercio, ad aprile -3,9%. In calo 17 volte in 20 mesi

colonna Sinistra
Giovedì 6 giugno 2013 - 09:40

Consumi: Confcommercio, ad aprile -3,9%. In calo 17 volte in 20 mesi

(ASCA) – Roma, 6 giu – Consumi ancora in calo in Italia.

L’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) registra adaprile 2013 una diminuzione del 3,9% in termini tendenziali euna riduzione dello 0,1% rispetto a marzo confermando come ildeteriorarsi delle condizioni occupazionali e redditualidelle famiglie stia determinando una dinamica della domanda,in questa prima parte del 2013, ancora piu’ negativa rispettoa quanto rilevato nei primi mesi del 2012. Nel primo quadrimestre dell’anno in corso, infatti – silegge in una nota della confederazione -, l’indicatore haregistrato una flessione del 4,4% a fronte del 3,3% rilevatonell’analogo periodo dello scorso anno. In termini di mediamobile a tre mesi l’indicatore, corretto dai fattoristagionali, segnala un nuovo arretramento.

Stando all’indagine rapida di Confindustria, a maggio laproduzione industriale ha registrato, in terminicongiunturali, un modesto arretramento (-0,1%), dopo il +0,2%di aprile. I dati degli ultimi mesi lasciano presupporreun’attenuazione nella caduta della produzione, anche se leindicazioni provenienti dagli ordini (in calo dello 0,4% amaggio), non lasciano spazi per ipotizzare, a breve, unsignificativo miglioramento dell’attivita’ produttiva. Inquesto contesto, il clima di fiducia delle imprese, purrisultando ancora ai minimi, e’ leggermente migliorato afronte di un deterioramento di quello relativo alle famiglie.

Ad aprile 2013 il mercato del lavoro ha registrato, sia intermini congiunturali che tendenziali, un nuovopeggioramento. Rispetto a marzo 2013 gli occupati sonodiminuiti di 18mila unita’ ed i disoccupati sono aumentati di23mila unita’. Su base annua gli andamenti dei due aggregatisono risultati speculari, con una riduzione di 373mila tragli occupati ed un analogo aumento delle persone in cerca dioccupazione. Le informazioni sulla CIG relative ad aprilesegnalano l’accentuarsi delle difficolta’ del mercato dellavoro. Nei primi quattro mesi dell’anno le ore autorizzatehanno mostrato un aumento del 13,1% rispetto all’analogoperiodo dello scorso anno, con una punta del 63,8% per la CIGstraordinaria. Va anche considerato che nello stesso periodoi ritardi nel rifinanziamento delle risorse hanno portato aduna netta riduzione delle ore richieste per la CIG in deroga(-54,4% nel primo quadrimestre), situazione destinata amodificarsi nei prossimi mesi. La dinamica tendenziale dell’ICC di aprile riflette unadiminuzione del 2,2% della domanda relativa ai servizi e del4,6% della spesa per i beni. Nel mese di aprile 2013 tutte lefunzioni di consumo hanno evidenziato una diminuzione deivolumi acquistati dalle famiglie. Anche i beni e servizi perle comunicazioni, che nei mesi precedenti avevano segnalatouna certa dinamicita’ hanno mostrato una contenuta flessionedella domanda nei confronti dell’analogo mese del 2012(-0,1%). Tale andamento ha riflesso l’attenuarsi dei tasso dicrescita dei prodotti. Il dato piu’ negativo e’ ancora quellorelativo ai beni e servizi per la mobilita’ la cui domandaregistra una contrazione del 7,5% su base annua. Riduzionidei consumi particolarmente significative hanno interessatoanche l’abbigliamento e le calzature (-6,7%) e glialimentari, le bevande ed i tabacchi (-6,2%).

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su