Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Calcio: Deloitte, ricavi in Europa battono crisi (+11% stagione 2011/12)

colonna Sinistra
Giovedì 6 giugno 2013 - 09:34

Calcio: Deloitte, ricavi in Europa battono crisi (+11% stagione 2011/12)

(ASCA) – Roma, 6 giu – I ricavi del calcio in Europa battonola crisi e raggiungo i 19,4 miliardi di euro registrando unacrescita dell’11% rispetto alla passata stagione. Secondo laXXII edizione dell’annuale ricerca Deloitte Annual Review ofFootball Finance 2013 il calcio europeo, quindi, continua acresce in termini di ricavi a ritmi superiori rispetto aglialtri settori dell’economia.

A influenzare le performance del settore calcistico – silegge nella ricerca Deloitte -, oltre all’incremento deiricavi generato dalle leghe ”big 5” – Bundesliga(Germania), La Liga (Spagna), Ligue1 (Francia), PremierLeague (UK) e Serie A (Italia) – ha contribuito lamanifestazione UEFA Euro 2012.

Tra le top 5 europee la Premier League e’ sempre”regina”, mentre cresce la Bundesliga, e la Serie A simostra in affanno. La Premier League inglese continua aessere la prima lega nel mondo, generando ricavi pari a 2,90miliardi di Euro con una crescita del 16% (4% in Sterline)nella stagione 2011/12.

La Bundesliga tedesca con un incremento di ricavi pari a126 milioni di Euro, segna la crescita assoluta piu’ alta inEuropa, raggiungendo 1,90 miliardi di Euro di fatturato(+7%). Tale crescita e’ stata ottenuta grazie alleperformance dei due maggiori club della Germania, BayernMonaco e Borussia Dortmund, finaliste della Champions Leaguedi quest’anno, e rispettivamente il 4* e l’11* club piu’grande d’Europa in termini economici.

La Liga spagnola ha raggiunto 1,76 miliardi di Euro difatturato segnando una crescita del 3% rispetto al campionatoscorso, confermandosi ancora una volta la lega piu’polarizzata d’Europa: mentre i ricavi di Real Madrid eBarcellona crescono in media del 7%, i restanti 18 clubsoffrono una diminuzione media dei ricavi del 2%.

La Serie A italiana con il suo +1% dei ricavi rispettoalla stagione 2010/11, segna la crescita piu’ bassa delle Top5 d’Europa. Il fatturato giunge a 1,57 miliardi di Euro,confermandosi la quarta lega europea.

La Ligue1 registra la performance piu’ alta in terminipercentuali rispetto a tutte le altre leghe, con una crescitadel fatturato del +9% raggiunge i 1,14 miliardi di Euro. IlParis- Saint Germain ha trainato la crescita del campionatofrancese con i suoi 222 milioni di Euro di fatturato (+120%rispetto al campionato 2010/11), mentre le restanti 19societa’ hanno visto ridursi i ricavi aggregati di 25 milionidi Euro.

Gli stipendi complessivi delle ”big five” tra le legheeuropee sono aumentati di 430 milioni di Euro (+8%) superandoi 6 miliardi di Euro nella stagione 2011/12, con differentitassi di crescita tra le principali leghe europee.

La Bundesliga tedesca si conferma il campionato con ilpiu’ basso rapporto stipendi/ricavi (51%), mentre all’Italiaspetta il primato negativo (75%). Il rapporto stipendi/ricavimedio delle societa’ calcistiche europee e’ pari al 70%.

Singolare il caso della Spagna dove tale indicatore raggiungel’ottimo valore del 47% per Real Madrid e Barcellona, mentreper le altre societa’ della Liga si raggiungono valori dicirca il 77%.

”Le cinque principali leghe europee – spiega DarioRighetti, Partner Deloitte e responsabile Consumer Business -rappresentano circa il 48% dei ricavi totali generati nellastagione 2011/12, raggiungendo i 9,3 miliardi di Euro. Taleperformance dimostra la continua capacita’ di crescita deimigliori club calcistici nonostante i negativi effetti dellacrisi economica internazionale. Infatti, secondo le nostrestime, entro i prossimi due anni, le maggiori leghe europeesaranno in grado di raggiungere quota 10 miliardi di Euro diricavi, raddoppiando la dimensione della stagione 2001/02”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su