Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 5 giugno 2013 - 16:40

Acri: al via progetto Nave Italia

(ASCA) – Roma, 5 giu – Al via il progetto Nave Italia incollaborazione con le Fondazioni. Sono stati infattipresentati oggi al Palazzo della Marina di Roma i risultatidel terzo anno di collaborazione tra le Fondazioni di originebancaria e la Fondazione Tender to Nave Italia (TTNI), per ilprogetto Nave ITALIA, che utilizza la navigazione a vela pereducare i giovani e i meno fortunati a tirar fuori il meglioda se stessi e dagli altri. L’iniziativa, avviata nel 2010, e’ curata ogni anno dallaFondazione Tender to Nave Italia, costituita dalla MarinaMilitare e dallo Yacht Club Italiano, che nel corso deltriennio ha trovato il sostegno forte di 33 Fondazioni diorigine bancaria con il coordinamento e il patrociniodell’Acri, l’associazione che le rappresentacollettivamente.

All’incontro sono intervenuti l’Ammiraglio Giuseppe DeGiorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, RobertoSestini, Presidente Fondazione TTNI, Giuseppe Guzzetti,Presidente Acri, e Carlo Croce, Consigliere Esecutivo dellaFondazione TTNI. L’incontro e’ stato coordinato dal direttorescientifico di Fondazione TTNI, Paolo Cornaglia Ferraris cheha coinvolto e raccolto le testimonianze dei ragazzi dialcune Associazioni laziali che hanno avuto l’opportunita’ dinavigare a bordo di Nave ITALIA grazie al supporto delleFondazioni di origine bancaria.

Erano presenti i ragazzi di: Associazione Eta Beta di Viterbo(sostenuti dalla Fondazione CR Viterbo); Associazione SpesContra Spem di Roma (sostenuti dalla Fondazione BNC),Associazione Amici della Darsena Romana di Civitavecchia(sostenuti dalla Fondazione CR Civitavecchia), AssociazioneCondividere Papa Giovanni XXIII di Fossano (sostenuti dallaFondazione CR Fossano e Cuneo) e Associazione Crisalide Onlusdi Gubbio (sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio diPerugia).

La Fondazione Tender to Nave Italia ha sviluppato unametodologia che consente a ragazzi portatori di disabilita’psicofisiche e adolescenti resi fragili dal disagio familiareo sociale di vivere il mare da vicino, navigando su NaveItalia, il piu’ grande brigantino a vela del mondo, il cuiequipaggio e’ composto da personale della Marina Militare. Le Fondazioni di origine bancaria, che sono soggetti nonprofit privati, tra i principali finanziatori di iniziativefilantropiche nel nostro Paese, sono state orgogliose diaffiancarsi alla Fondazione Tender to Nave Italia perrealizzare quest’importante progetto, i cui obiettivi sono alcontempo terapeutici e formativi. La navigazione a vela,infatti, e’ unica per efficacia nell’insegnare regole diconvivenza, rispetto degli altri e dell’ambiente, limiti epregi di ciascuno e di se stessi. Un’efficacia misurata conspecifici indicatori, come il livello di autostima, che lavita di bordo puo’ rapidamente modificare. I ragazzi coinvolti nell’iniziativa sono selezionati daorganizzazioni di volontariato operanti in tutta Italia nelsettore dell’assistenza ai disabili e nella prevenzione deldisagio giovanile. Da quando nel 2007 la Fondazione Tender to Nave Italia haavviato la propria attivita’ i progetti sono costantementecresciuti in qualita’ e numero. Nel solo 2012 sono stati portati a termine 28 progetti chehanno coinvolto 377 ragazzi e 161 specialisti di 28 trascuole, ospedali e associazioni onlus. Nave Italia e’ il piu’ grande brigantino a vela del mondo. E’stato costruito nel 1993, rispettando fedelmente la strutturadi una nave del XIX secolo. E’ lungo 61 metri e largo 9, hauna superficie velica di 1.300 mq ed e’ in grado dialloggiare 24 ospiti, oltre l’equipaggio.

com-ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su