Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Unioncamere: guida progetto europeo sulla dieta mediterranea

colonna Sinistra
Venerdì 24 maggio 2013 - 14:55

Unioncamere: guida progetto europeo sulla dieta mediterranea

(ASCA) – Roma, 24 mag – Dopo il riconoscimento dell’Unescocome patrimonio dell’umanita’, la Dieta Mediterranea e’ ora,per la prima volta, al centro di un progetto europeo checoinvolgera’, nell’arco di 30 mesi, 6 paesi che si affaccianosulle sponde del Mare Nostrum: Italia, Grecia, Spagna,Egitto, Tunisia e Libano. Capofila dell’iniziativa e’Unioncamere, in partnership con il Centro servizipromozionali per le imprese della Camera di commercio diCagliari, l’Associazione nazionale Citta’ dell’olio, il Forumdelle Camere di commercio dell’Adriatico e dello Jonio edaltri 9 partner dei diversi Paesi coinvolti.

Presentata ufficialmente a Roma, l’iniziativa ”MedDiet -Dieta Mediterranea e valorizzazione dei prodottitradizionali”, ha ottenuto il finanziamento di un progettostrategico finanziato dall’Unione Europea nell’ambito delprogramma Enpi Cbc Med il cui budget totale sfiora i 5milioni di euro e che avra’ una durata di 30 mesi a partiredal 1* gennaio 2013.

Diverse le linee d’azione previste, tutte orientate aperseguire l’obiettivo specifico di aumentare laconsapevolezza della Dieta Mediterranea come parte integratedi uno stile di vita, fatto, come recita la motivazione deiriconoscimento dell’Unesco, di ”un insieme di competenze,conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggioalla tavola”, passando attraverso prodotti della terra e delmare, per finire nei nostri piatti. Ma non solo. Perche’ laDieta Mediterranea ”promuove l’interazione sociale (…) eha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni,racconti e leggende”. Insomma, un vero e proprio modo divivere che affonda le sue radici nei saperi dei territori eche ha il suo punto di forza in tanti prodotti alimentaritradizionali che, oltretutto, hanno anche una grande valenzain termini economici. Obiettivo dei promotori e’ giungere,alla fine di questo percorso a un Accordo Euro-Mediterraneoper la promozione e la tutela della Dieta Mediterranea e chespinga anche i Paesi che si affacciano sulla riva sud delMare Nostrum ad adottare e condividere gli strumenti ditutela riconosciuti a livello europeo ai prodottiagroalimentari, grazie ai quali la Ue oggi vanta ben 1.147prodotti tutelati e garantiti di cui 251 made in Italy.

”La vera forza di questo progetto – sottolinea ilpresidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – sta nelpartenariato: una rete delle reti che coinvolge le citta’dell’olio, le Camere di commercio italiane ed estere, quelledel Mediterraneo, dell’Adriatico e dello Ionio, di Beirut edi Monte Libano, di Messinia e di Tunisi, le associazioni dicategoria e gli istituti di ricerca. La rete e’ un fattorestrategico per realizzare il programma di lavoro e per dareun effetto moltiplicativo agli eventi e alle attivita’ cheverranno organizzare per coinvolgere milioni di consumatori edi imprese, ma anche le istituzioni politiche dell’interobacino del Mediterraneo”.

red/did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su