Header Top
Logo
Mercoledì 1 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Confindustria: Cisl, Squinzi ha rimesso al centro crescita e lavoro

colonna Sinistra
Giovedì 23 maggio 2013 - 19:24

Confindustria: Cisl, Squinzi ha rimesso al centro crescita e lavoro

(ASCA) – Roma, 23 mag – ”Il merito della relazione odiernadel Presidente Giorgio Squinzi, all’Assemblea annuale diConfindustria, e’ di aver rimesso al centro dell’attenzionele politiche di crescita e del lavoro”. Lo dichiara in unanota il Segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra. ”Le leve reali su cui l’Italia puo’ contare – continuaSbarra – sono quelle del saper fare industriale, dellaqualita’ delle risorse umane e delle tecnologie, del coraggiod’investire, della capacita’ di conquistare nuovi mercatiesteri. La disattenzione verso l’industria, al Nord ed ancorapiu’ nel Mezzogiorno, ha accumulato nel tempo una serie divincoli ed ostacoli alla sua piena operativita’, dalledifficolta’ creditizie, al peso fiscale eccessivo,all’inefficienza amministrativa, all’alto costo energetico,problemi, questi, che vanno affrontati e rimossi in terminimolto rapidi, con una discontinuita’ efficace rispetto alpassato, per evitare che le difficolta’ si tramutino in crisiaperta ed irreversibile”. ”Non e’ piu’ tempo di attese o di alchimie finanziarie -prosegue – e’ urgente che il nuovo Governo in carica si dotidi un progetto preciso, che individui il miglioramento dellecondizioni operative delle imprese ed adotti un metodosinergico e coordinato d’intervento con le parti sociali e leregioni per utilizzare tempestivamente le risorse pubblichedisponibili per infrastrutture ed incentivi, compreso lafondamentale leva dell’export manifatturiero. Oltre lariduzione del carico fiscale per le imprese e per ilavoratori, un’attenzione specifica deve andare ancheall’industria meridionale ed alle sue potenzialita’ diripresa e di export. L’industria del sud ha pagato un costopiu’ alto per la crisi manifatturiera e non puo’ solo speraresu una ripresa del Nord manifatturiero, sulla quale andare atraino”. ”Per il Sud – conclude Sbarra – a partire dai politecnologici, le idee non mancano, occorre un confrontovero”. com-fgl/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su