Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bnl (Gruppo Bnp Paribas): al via EduCare Day a Civitanova Marche

colonna Sinistra
Mercoledì 22 maggio 2013 - 16:00

Bnl (Gruppo Bnp Paribas): al via EduCare Day a Civitanova Marche

(ASCA) – Roma, 22 mag – Bnl Gruppo Bnp Paribas, nell’anno incui la Banca celebra il proprio centenario, continua aoffrire incontri di in-formazione alle imprese, dopo ilsuccesso della giornata nazionale dedicata all’educazionefinanziaria, ”EduCare Day Bnl” del 20 marzo scorso. Scopo dell’iniziativa EduCare, gratuita e senza finalita’commerciali, e’ accrescere la consapevolezza di imprenditori,direttori finanziari, tesorieri e loro collaboratori su temilegati all’attivita’ e allo sviluppo aziendale, tanto alivello nazionale quanto sui mercati esteri.

A Civitanova Marche, presso lo stabilimento di Eurosuole (ViaSandro Pertini, 8), a partire dalle ore 16.00, e’ statoorganizzato l’incontro dal titolo ”Reti d’impresa: qualiopportunita”’. Al centro del seminario, il tema delle reti d’impresa comestrumento in grado di migliorare la competitivita’ aziendaleattraverso la collaborazione efficace tra aziende in uncontesto economico e finanziario sempre piu’ globalizzato,attraversato da continui cambiamenti.

Il dibattito verra’ aperto da Germano Ercoli, Amministratoredi Eurosuole e da Marco Barbi, direttore centro AffariTerritoriale Bologna, Romagna e Marche Bnl.

Interverra’ Giovanni Ajassa, Responsabile del Servizio StudiBnl che descrivera’ lo scenario macroeconomico fornendoalcuni dati sull’economia locale, proseguira’ CarmeloMigliorino, Sviluppo Mid Corporate Bnl illustrando i driverdelle Reti d’Impresa. Rosaria Ercoli di Eurosuole S.p.Apresentera’ il business case ”Economicita’ e Sviluppo per leimprese”. Chiudera’ i lavori Nicola Benini, ResponsabileCommerciale Corporate Bnl.

Anticipiamo, di seguito, una sintesi dell’intervento diGiovanni Ajassa, responsabile Servizio Studi Bnl, nel qualeci si sofferma anche su dati locali. La situazione e le prospettive del contesto economico hannocostituito il tema dell’intervento di Giovanni Ajassa,responsabile del Servizio Studi di Bnl Gruppo Bnp Paribasnell’ambito dell’incontro EduCare organizzato a CivitanovaMarche da Bnl. ”Siamo a un passaggio delicato – esordisce Ajassa – che e’rappresentato dalle imminenti decisioni europee circa lachiusura della procedura di infrazione per deficit pubblicoeccessivo a carico dell’Italia. Pochi paesi, non solo inEuropa, ma nell’intero Mondo, possono dirsi piu’ avantidell’Italia sul fronte dell’austerita’. Tra le grandieconomie nel 2012 solo Germania, Cina e Brasile hannorealizzato un rapporto tra deficit pubblico e pil miglioredel nostro tre per cento. In proporzione al pil, il nostrodeficit e’ risultato due terzi inferiore a quello spagnolo.

Come anche importanti agenzie di rating hanno sottolineatonei giorni scorsi, i sacrifici sostenuti dall’Italia e dagliitaliani sono stati maggiori di tanti altri. E’ tempo chequesto impegno ci venga riconosciuto per potere, dopol’austerita’, avere margini piu’ ampi per misure orientateallo sviluppo.” ”La necessita’ di una ripresa si avverteforte – prosegue Ajassa – in territori come quello maceratesedove il tasso di disoccupazione giovanile, pur rimanendo piu’basso del dato nazionale, e’ passato dal dieci per cento del2008 al venticinque per cento della media del 2012 e lesofferenze bancarie, a causa della recessione, sono aumentatedi ventidue punti percentuali nel volgere dello scorsoanno.” ”In attesa che l’Europa torni concretamente a esserepiu’ amica della crescita e del lavoro la sfida e’ quelladella innovazione. Piu’ innovazione e’ possibile mettendosiinsieme ovvero facendo rete su progetti vincenti tra impresedi piccola e media dimensione. E’ una esperienza che trovaesempi di successo su questo territorio. Reti, innovazione,competitivita’ e coesione sono concetti per rendere concretouno scenario di ripresa che parte dall’export. Un export -conclude Ajassa – che, nonostante la gravita’ e durata dellacrisi, nel 2012 ha visto le vendite oltre frontiera dellaprovincia di Macerata crescere del quattro per cento neltotale Mondo e del dodici per cento verso i piu’ dinamicimercati extra-Ue”.

com-ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su