Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro: Cgil, sono quasi 9 mln gli italiani in ‘difficolta’

colonna Sinistra
Lunedì 20 maggio 2013 - 15:23

Lavoro: Cgil, sono quasi 9 mln gli italiani in ‘difficolta’

(ASCA) – Roma, 20 mag – Sono quasi 9 milioni gli italiani”in eta’ da lavoro” in difficolta’. Lo rileva la Ires-Cgilin uno studio dal titolo ”Gli effetti della crisi sul lavoroin Italia”, nel quale si sottolinea come complessivamentel’area della sofferenza e quella del disagio contavano nelquarto trimestre 2012 circa 8 milioni e 750 mila persone ineta’ da lavoro: solo negli ultimi 12 mesi hanno registratoinsieme un incremento del 10.3% (equivalente a +818 milaunita’) mentre rispetto al IV trimestre 2007 l’aumentostimato e’ del 47.4% (pari a +2 milioni e 811 mila persone).

Analizzando l’area del disagio occupazionale, l’insiemedei dipendenti temporanei e dei collaboratori di 15-64 annidallo studio emerge inoltre che l’area del disagio e’ semprecrescente dal 2007, alimentata soprattutto dal part-timeinvolontario che e’ quasi raddoppiato nell’arco degli ultimicinque anni: nel IV trimestre 2012 la consistenza dell’areae’ stimata in 4 milioni e 175 mila unita’, con un incrementodel 4.2% nell’ultimo anno (+168 mila persone) e del 28.6%rispetto allo stesso trimestre del 2007 (+927 mila). Il ricorso al tempo parziale ha consentito a molte aziende- a fronte di una marcata contrazione degli ordini – dicontenere il costo del lavoro: insieme alla cassaintegrazione guadagni, ha rappresentato un utile strumento disalvaguardia del posto di lavoro. E’ evidente che ilprotrarsi della crisi trova oggi spazi di assorbimentoestremamente ridotti: scadono i termini della cassaintegrazione, mancano i soldi per finanziarla, la riduzioneulteriore delle ore lavorate per occupato rappresentaun’opzione via via meno praticabile.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su