Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Governo: Cgil, da decreto luci ed ombre. Aprire confronto

colonna Sinistra
Venerdì 17 maggio 2013 - 18:05

Governo: Cgil, da decreto luci ed ombre. Aprire confronto

(ASCA) – Roma, 17 mag – ”Luci e ombre quelle che emergonodal decreto del consiglio dei ministri”. E’ il commento inuna nota della Cgil sul decreto approvato oggi dal Cdm. Peril sindacato ”positiva e’ senza alcun dubbio la proroga deicontratti per i precari della Pubblica amministrazione al 31dicembre: una richiesta avanzata con forza nei giorni scorsidalla Cgil e che vede un primo riconoscimento nelle decisioniodierne del governo, a cui nelle prossime settimane dovra’far seguito l’apertura di un confronto per la loroprogressiva stabilizzazione”. Il Governo, inoltre, prosegue la nota di corso d’Italia,”accoglie anche le richieste della Cgil in merito alrifinanziamento dei fondi destinati a incentivare i contrattidi solidarieta’. E’ un fatto positivo che consentira’ diusare questo strumento per la soluzione di molte crisiaziendali”. Quanto agli ammortizzatori in deroga, ”il rifinanziamentonon ha avuto piena copertura. Tuttavia le cifre stanziaterappresentano un primo passo che, in questi mesi, potrannodare prime certezze ai lavoratori sul loro destino”.

Inoltre, continua la Cgil, ”e’ evidente che, per dare a queilavoratori e alle loro famiglie le indispensabili sicurezze,il quadro degli stanziamenti dovra’ essere completato nelleprossime settimane”. Nella Cgil pero’ ”seria perplessita’ suscita la logicacon cui sono stati individuati i capitoli di spesa da cuitrarre parte delle coperture per gli ammortizzatori. Sicontinua, infatti, a restare in una logica di purasottrazione di risorse per il lavoro. Una scelta noncondivisibile e non produttiva”. Infine sull’Imu, ”se e’ apprezzabile il rinvio delpagamento dell’imposta sulla prima casa, pur con il rischiodi creare in autunno un nuovo ingorgo di tassazione chepenalizzerebbe nuovamente i redditi da lavoro e i pensionati,il governo ha operato una scelta di puro rinvio sul destino el’assetto complessivo dell’imposta. Nota e’ la posizionedella Cgil che prevede l’esenzione per i soli possessoridella prima casa e una maggiore progressivita’ sui restantiimmobili. Anche su questo – conclude la Cgil – tema andra’aperto con il governo un serrato confronto”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su